Agente si uccide in Comune: il dolore del sindaco

Le parole del sindaco di Palazzolo Gabriele Zanni dopo l'estremo gesto di un agente di Polizia Locale.

Agente si uccide in Comune: il dolore del sindaco
04 Febbraio 2020 ore 17:30

Le parole del primo cittadino Gabriele Zanni in merito alla drammatica vicenda che ha scosso tutta la comunità.

Agente si uccide in Comune

E’ accaduto alle 5.45 a Palazzolo. L’uomo si ètolto la vita con un colpo di pistola. Il 43enne era stato preso di mira con pesanti attacchi sui social dopo che, nei giorni scorsi, aveva parcheggiato nel posto dedicato ai disabili a Bergamo con l’auto di servizio e, dopo essersi scusato, si era automultato.

Agente si uccide in Comune: “Il dolore del sindaco”

A riportare le parole del Sindaco è BresciaSetteGiorni.it:

“Sento quanto avvenuto questa notte come uno dei più grandi fallimenti umani e professionali da quando sono sindaco. Non aver capito o interpretato segnali, ammesso ce ne siano stati e non essere riuscito a intervenire con un supporto lascia tanta disperazione e amarezza. Purtroppo le motivazioni di un gesto tanto drammatico ormai le può conoscere solo lui e per rispetto a lui è inutile e insensato fare congetture. Rimane il ricordo per un uomo di valore. Che ha sempre cercato di onorare la divisa che indossava, senza mai cercare scusanti, ma assumendosi in pieno le sue responsabilità. Sempre corretto e disponibile con i colleghi e con la cittadinanza. Forse sensibile a tal punto da non aver retto la sofferenza che probabilmente per varie ragioni portava dentro di sé. Chi lo conosceva sa che queste non sono parole di circostanza ma vere e sinceramente sentite. Una tragedia che lascia tutti noi a Palazzolo sconvolti e con una tristezza immensa nel cuore. Ci stringiamo nel dolore ai famigliari, amici e colleghi. Riposa in pace”.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia