Attualità
"Oltre il buio"

Suicidi in aumento tra gli adolescenti, a Pavia un convegno per comprendere e prevenire

Un fenomeno in crescita che rappresenta la seconda causa di morte tra gli adolescenti in Italia ed Europa, subito dopo gli incidenti stradali

Suicidi in aumento tra gli adolescenti, a Pavia un convegno per comprendere e prevenire
Pavia Aggiornamento:

Aumentano i suicidi tra gli adolescenti, a Pavia un convegno per comprendere e prevenire: appuntamento il 10 e 11 novembre 2023.

Suicidi in aumento: il convegno a Pavia

Il 10 e 11 novembre 2023 si terrà il convegno "Oltre il buio" presso l’Aula Berlucchi della Fondazione Mondino IRCCS di Pavia e l'Università degli Studi di Pavia. L'evento è dedicato alla comprensione e prevenzione dei comportamenti suicidali negli adolescenti. Queste due giornate di confronto mirano a esaminare un fenomeno in crescita che rappresenta la seconda causa di morte tra gli adolescenti in Italia ed Europa, subito dopo gli incidenti stradali.

Negli ultimi tre anni, l'Istituto pavese ha registrato un aumento del 300% nelle richieste di accesso da parte di ragazzi in difficoltà, molti dei quali hanno manifestato comportamenti suicidali. Il professor Renato Borgatti, direttore della Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza della Fondazione Mondino, spiega:

"Occorre andare oltre la sensazione di annichilimento che ci provocano questi fatti e superare i tabù del discorso pubblico per indagare un fenomeno che è molto complesso e per molti aspetti ancora non sufficientemente studiato."

Il programma

Nella prima giornata, esperti di fama internazionale, tra cui Maurizio Pompili, psichiatra di Roma, Vittorio Lingiardi, psichiatra e saggista e altri, condivideranno le loro esperienze cliniche. La seconda giornata, l'11 novembre 2023, è aperta alla cittadinanza e si svolgerà presso l'Aula Magna dell'Università di Pavia. La neuropsichiatra infantile Antonella Costantino di Milano e la Professoressa Cristina Montomoli dell'Università di Pavia presenteranno dati epidemiologici allarmanti relativi al malessere psicologico e ai disturbi psichiatrici negli adolescenti. Seguirà una tavola rotonda con sociologi, psicologi e neuropsichiatri.

Comprendere e prevenire

L'obiettivo del convegno, organizzato dalla Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza della Fondazione Mondino, è comprendere meglio le dimensioni e le dinamiche del fenomeno e promuovere la consapevolezza che il dialogo informato e privo di pregiudizi è la prima e più semplice misura di prevenzione.

Luca Capone, psicologo e psicoterapeuta del Mondino, sottolinea:

"I ragazzi in età adolescenziale spesso hanno pensieri legati alla morte e cercano risposte. Parlare del tema può aiutare a sentirsi meno soli e a prevenire il processo che porta all'ideazione suicidaria. È un tabù che deve essere superato."

“È un tema di cui si deve e si può parlare, in famiglia oppure con l’insegnante o lo psicologo a scuola, oppure ancora con l’allenatore - aggiunge Luca Capone, psicologo e psicoterapeuta del Mondino - I ragazzi in età adolescenziale hanno spesso pensieri legati alla morte e spesso, quando ci confrontiamo con loro, vediamo che sono molto interessati, hanno proprie riflessioni da esprimere e cercano risposte.

Parlarne può aiutare a sentirsi meno soli e contribuisce a disinnescare il processo che porta all’ideazione del progetto. Ed è particolarmente necessario negli interventi di postvention, quando siamo per esempio chiamati a entrare in una classe dopo che si è verificata una tragedia, per aiutare i compagni e gli insegnanti a elaborare il trauma e a gestirne le conseguenze. Non parlare di morte con i ragazzi è un tabù che deve e può essere superato”.

Il convegno rappresenta un importante passo avanti nella comprensione e prevenzione dei comportamenti suicidali tra gli adolescenti, affrontando un argomento spesso trascurato ma di vitale importanza per la salute mentale e il benessere dei giovani.

La Neuropsichiatria Infantile

La Struttura Complessa di Neuropsichiatria Infantile della Fondazione Mondino IRCCS di Pavia si avvale di 20 letti per ricoveri ordinari e 4 letti per ricoveri riabilitativi. Sono inoltre attivi day-hospital e ambulatori dedicati a tutte le principali patologie neurologiche e psichiatriche dell'età evolutiva.

Al suo interno operano diversi centri di eccellenza, tra cui Il Centro per Autismo e disturbi del Neurosviluppo (ADHD e DOP), l'Unità per la diagnosi e cura dei Disturbi dell'Apprendimento, l'Unità dedicata alla cura dei Disturbi del Comportamento Alimentare, il Centro di Neuroftalmologia dell’Età Evolutiva, il Centro per le Malattie Neuromuscolari e il Centro per la diagnosi e cura dell'Epilessia e della Cefalea.

Per gli adolescenti con diverse forme di disagio psichico inoltre è attivo un Centro Diurno per interventi educativi e di psicoterapia presso il Centro Riapri il Mondo di via Trieste a Pavia.

Seguici sui nostri canali