Attualità
organizzato da Il Sole 24 Ore

Studentessa dell’Università di Pavia vince il concorso “Visioni di futuro”

Camilla Tarchiani premiata al Festival dell’Economia di Trento per un elaborato sulla transizione energetica.

Studentessa dell’Università di Pavia vince il concorso “Visioni di futuro”
Attualità Pavia, 05 Giugno 2022 ore 10:21

Studentessa dell’Università di Pavia vince il concorso “Visioni di futuro” organizzato da Il Sole 24 Ore: Camilla Tarchiani premiata per un elaborato sulla transizione energetica.

Studentessa dell’Università di Pavia vince il concorso “Visioni di futuro”

L’Università di Pavia è tra gli atenei protagonisti al Festival dell’Economia di Trento organizzato dal Gruppo 24 Ore e dalla Provincia Autonoma di Trento. Camilla Tarchiani, studentessa dell’ateneo pavese è infatti tra i vincitori della challenge intitolata “Visioni di Futuro” lanciata a gennaio da Il Sole 24 Ore e dal Festival dell’Economia e dedicata a studenti universitari, dottorandi e allievi delle scuole di direzione aziendale. L’iniziativa ha inteso raccogliere, valorizzando i giovani, idee e soluzioni rispetto a due grandi sfide del nostro tempo: parità di genere e transizione energetica. Gli studenti hanno prodotto, individualmente o in gruppo, un elaborato su uno dei temi, delineandone possibili soluzioni.

Premiata per un elaborato sulla transizione energetica

Camilla Tarchiani è stata premiata per l’elaborato intitolato “App “ECO” - Un unico strumento per molteplici pratiche di sostenibilità”.

Il lavoro è stato valutato da una commissione congiunta del Gruppo 24 Ore e del comitato scientifico del Festival presieduto dal Direttore del Sole 24 Ore, di Radio 24 e dell’agenzia di stampa Radiocor Fabio Tamburini e composto dalla Professoressa Gabriella Berloffa, ordinaria di Economia politica all’Università di Trento, dal Professor Luigi Bonatti, ordinario di Politica economica all’Università di Trento, dalla storica dell’economia Adriana Castagnoli, già docente di Storia contemporanea all’Università di Torino.

Il challenge è stato pensato come uno spazio aperto, un primo tassello, simbolico ma significativo, di un necessario confronto tra generazioni per la costruzione di una società più equa, inclusiva e capace di guardare al domani.

Il Comitato Scientifico del Festival ha invitato i giovani ad essere protagonisti, in sintonia con il tema di questa edizione, riguardo alla parità di genere e alla transizione energetica.

“Questa premiazione – ha detto il direttore de Il Sole 24 Ore Fabio Tamburini – si colloca in un grande Festival dove noto con particolare soddisfazione una forte presenza di giovani. Sono proprio le nuove generazioni la carta da giocare per il nostro presente e per il nostro futuro. I giovani hanno le energie necessarie per garantire lo sviluppo”.

Una risorsa, le nuove generazioni, da "valorizzare e ascoltare al fine di creare insieme una società più inclusiva", come ha ribadito Mirja Cartia d’Asero, amministratrice delegata del Gruppo 24 Ore.

Nella valutazione delle proposte arrivate dai giovani, particolare attenzione è stata posta – ha spiegato la professoressa Gabriella Berloffa dell’Università di Trento – al ruolo della formazione, alla visione di lungo termine e alla trattazione del rapporto fra la condizione femminile e il lavoro.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter