Attualità
Alla Fondazione Mondino

Inaugura a Pavia il Centro Fondazione Mariani per bambini e ragazzi con deficit visivi

Il centro aiuterà i giovani che soffrono di disturbi visivi ad acquisire più autonomia e ci saranno molte attività ludico-sportive

Inaugura a Pavia il Centro Fondazione Mariani per bambini e ragazzi con deficit visivi
Attualità Pavia, 30 Settembre 2022 ore 13:25

Si chiama "Non solo occhi per crescere" e ha aperto i battenti ieri al Mondino di Pavia, l'offerta di percorsi di presa in carico per bambini e ragazzi con disturbi visivi è una grande novità attesa da molte famiglie.

"Non solo occhi per crescere"

È stato inaugurato ieri nell’Aula Berlucchi della Fondazione Mondino IRCCS di Pavia il nuovo Centro Fondazione Mariani “Non solo occhi per crescere” rivolto a bambini e ragazzi con deficit visivi. I nuovi percorsi previsti dal centro garantiscono un approccio multidisciplinare e multidimensionale.

La Fondazione Mondino a Pavia
La Fondazione Mondino a Pavia

Inoltre è previsto il pieno coinvolgimento delle famiglie le cui testimonianze sono state raccolte in un video presentano nella speciale occasione dell'inaugurazione del progetto. Per vederle il filmato potete CLICCARE QUI.

Attività di cura da 0 a 18 anni

Il centro opera a Pavia, nella sede di Fondazione Mondino, nell’ambito del Centro di Neuroftalmologia dell’età evolutiva diretto dalla dr.ssa Sabrina Signorini. L’obiettivo è quello di potenziare i percorsi di presa in carico dei disturbi neuroftalmologici.

La direttrice del Centro di Neuroftalmologia dell’età evolutiva Sabrina Signorini
La direttrice del Centro di Neuroftalmologia dell’età evolutiva Sabrina Signorini

Le attività di cura sono rivolte a bambini e ragazzi da 0 a 18 anni con deficit visivi di origine centrale e periferica, disturbi oculomotori, malattie rare, sindromi complesse o condizioni che predispongono allo sviluppo di problematiche visive.

Cosa farà il centro

Il centro lavorerà per ottenere la definizione di un profilo sempre più completo della funzione visiva e delle sue interazioni con le differenti aree dello sviluppo neuropsichico e le autonomie quotidiane. Ci saranno programmi di intervento riabilitativo specifici e individualizzati

Verrà promossa l’inclusione con l'obiettivo di migliorare la qualità di vita del bambino/ragazzo anche mediante attività di gioco in gruppo, laboratori artistici e attività ludico-sportive.

Ci saranno spazi di ascolto guidato per i genitori che li accompagnino a incontrarsi e a condividere le esperienze. I dottori e gli esperti del centro si sottoporranno infine ad attività di aggiornamento scientifico e di ricerca in collaborazione con partner nazionali e internazionali per trasferire poi le conoscenze in ambito terapeutico e riabilitativo.

Seguici sui nostri canali