Menu
Cerca
Pavia

Giornata Vittime Incidenti sul Lavoro, Fracassi: "Una tragedia che deve diventare un lontano ricordo”

Il programma della cerimonia prevede la deposizione domenica a Pavia, in Piazzale Caduti sul Lavoro, di una corona commemorativa.

Giornata Vittime Incidenti sul Lavoro, Fracassi: "Una tragedia che deve diventare un lontano ricordo”
Attualità Pavia, 21 Maggio 2021 ore 18:51

31esima Giornata Regionale per le Vittime degli Incidenti Sul Lavoro: domenica 23 maggio 2021 la deposizione in Piazzale Caduti sul Lavoro di una corona commemorativa.

31esima Giornata Regionale per le Vittime degli Incidenti Sul Lavoro:

Assegnato il patrocinio comunale alla cerimonia di commemorazione della 31° Giornata regionale per le Vittime degli incidenti sul lavoro, che si terrà domenica 23 maggio 2021, dalle ore 11, in Piazzale Caduti sul Lavoro.

L’evento è promosso dalla “Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro” (ANMIL), costituitasi nel 1943 allo scopo di fornire assistenza morale e materiale alle vittime di infortuni sul lavoro o di malattie professionali e alle rispettiva famiglie.

La 31° Giornata regionale per le Vittime degli incidenti sul lavoro è una manifestazione che gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Il programma della cerimonia prevede la deposizione, a Pavia, in Piazzale Caduti sul Lavoro, alle ore 11:00, di una corona commemorativa.

Fracassi: "Una tragedia che deve diventare un lontano ricordo”

“Abbiamo ancora tutti nella mente ciò che è accaduto alla giovane Luana D’Orazio: una tragedia che ha commosso e indignato L’Italia” - Ha dichiarato il Sindaco, Mario Fabrizio Fracassi” - “Purtroppo, è un esempio dello stillicidio che anno per anno copre di dolore i cantinieri, le fabbriche e più in generale i luoghi di lavoro del nostro Paese. Il Comune di Pavia si unisce con partecipazione al ricordo delle vittime di questi infortuni.

L’auspicio è che una giornata di sensibilizzazione, come quella del 23 maggio, non sia solo un modo per ricordare i caduti e i mutilati sul lavoro, aspetto comunque doveroso, ma serva per impedire che episodi simili si ripetano. Morire o ferirsi sul lavoro deve diventare il ricordo di una stagione cupa della storia. Un ricordo che non deve coincidere in alcuna maniera con ciò che succede nel presente”.