Attualità
Per prevenire tali eventi

Cinque defibrillatori in memoria di Gabriele Scalinci, scomparso a 23 anni per infarto

Saranno posizionati in altrettanti totem nel centro storico di Pavia.

Cinque defibrillatori in memoria di Gabriele Scalinci, scomparso a 23 anni per infarto
Attualità Pavia, 22 Giugno 2022 ore 12:22

Cinque defibrillatori in memoria di Gabriele Scalinci, scomparso all'età di 23 anni per un arresto cardio circolatorio: venerdì 24 giugno 2022 l'inaugurazione.

Defibrillatori in memoria di Gabriele Scalinci

Venerdì 24 giugno 2022 alle ore 18.30 in Piazza del Municipio a Pavia, presso la fermata dell'autobus, verranno inaugurati i 5 Defibrillatori ad "accesso pubblico" donati in memoria di Gabriele Scalinci che saranno posizionati in altrettanti totem nel centro storico di Pavia.

Saranno presenti la famiglia, i rappresentanti di Pavia nel Cuore, del Comune di Pavia e dell’AAT118 di Pavia.

L'arresto cardiaco

Nel 2020, Gabriele, 23 anni, è rimasto vittima di un arresto cardiaco mentre si trovava a lavorare in ufficio. Nonostante un lungo tentativo di rianimazione con ricorso anche a tecniche avanzate di circolazione extracorporea, è deceduto dopo quasi due giorni.

Da questo tragico evento inizia una storia di pura generosità, a partire dalla donazione degli organi, che ha permesso di salvare molte vite. Anche gli amici di Gabriele si sono subito attivati, chiedendo a Pavia nel Cuore il supporto per attivare una raccolta fondi per acquistare defibrillatori da posizionare prioritariamente in luoghi di aggregazione giovanile. Ecco il loro messaggio di allora:

“La raccolta fondi è orientata a racimolare una somma che verrà destinata all’acquisto di defibrillatori da collocare nella città di Pavia, preferibilmente in luoghi di afflusso di giovani. L’idea è partita in seguito alla morte del 23enne Gabriele Scalinci per arresto cardiaco. Un'iniziativa mediata dalla volontà di familiari e amici di Gabriele per prevenire il verificarsi di eventi quali l’impossibilità di immediatezza dell’intervento affinché si possa limitare nel futuro il ripetersi di disgrazie di questa tipologia.”

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter