Attualità

Al Ponte Coperto di Pavia torna "Storie di Vino": degustazioni, wine experience e tanto altro

Al Ponte Coperto di Pavia torna "Storie di Vino": degustazioni, wine experience e tanto altro
Attualità Pavia, 11 Ottobre 2022 ore 15:29

Storie di Vino torna a Pavia il prossimo 22 ottobre: valorizzazione del territorio e dei prodotti di qualità.

Al Ponte Coperto di Pavia torna "Storie di Vino"

Il 22 ottobre 2022 torna a Pavia Storie di Vino, giunta alla seconda edizione dopo il successo dello scorso anno. L’evento, organizzato da Mabedo, ha come obiettivo la valorizzazione del territorio, promuovere i prodotti locali e i produttori. La kermesse si terrà in uno dei simboli di Pavia, il Ponte Coperto. Dalle ore 10 alle 20 gli interessati e appassionati potranno entrare (costo entrata e degustazione con calice 10 euro) e fare un viaggio alla scoperta dei “sapori” delle nostre terre. Il vino sarà il fil rouge ma non mancheranno anche espositori con prodotti gastronomici.

Fra le novità della seconda edizione ci sono la Run Wine Walk, la camminata non competitiva organizzata al mattino dalla associazione Run&Walking Point. E poi la mostra Ricordi di vino, esposizione pensata e ragionata di attrezzi agricoli vintage a cura di Domenico Pestoni.

“Oltre”, Il gusto dell’aperitivo oltrepadano

Quest’anno a Storie di Vino si potrà gustare anche un aperitivo speciale in compagnia. Dalle ore 17 alle 20 verrà cucinato dal Salumificio Daturi un cotechino di quattro metri servito a fette nel panino e da gustare con l’aperitivo Oltre, uno Spritz - che fra i suoi ingredienti ha il Pinot Nero metodo Martinotti - e che ha il marchio d’origine del nostro Oltrepò. Madrina dell’aperitivo sarà Fabiana Stampone, la vincitrice del concorso nazionale Miss Monnalisa nel mondo.

"I prodotti di un territorio e le sue tradizioni enogastronomiche hanno sempre identificato e contestualizzato l'essenza stessa di quel territorio e di chi lo vive” precisa Roberta Marcone, Assessore al Turismo, Commercio, Artigianato, Politiche Economiche, Benessere e Tutela Animale.

“Storie di vino giunta alla sua seconda edizione, vuole esprimere in una giornata di convivialità, le ricchezze di Pavia e della sua provincia. Sarà un'occasione in più per ritrovarsi nel luogo simbolo della città e far scoprire, a chi ancora non lo conosce, il saper fare dei nostri imprenditori e le nostre tradizioni".

“Quando abbiamo deciso di organizzare la prima edizioni di Storie di Vino” spiega Nando Camerlengo, Responsabile del progetto ed evento “ci siamo dati come obiettivo di raccontare la bellezza e l’importanza di pavia e della nostra provincia e dei prodotti enogastronomici. Quest’anno, forti dell’esperienza dello scorso anno e degli espositori e partner che hanno aderito, presentiamo una edizione ancora più ricca e suggestiva che darà lustro all’Oltrepò, ai prodotti e al nostro vino. Sono sicuro che grazie all’entusiasmo dei produttori e della città sarà un grande evento”.

Storie di Vino è organizzata da Mabedo con il Patrocinio del Comune di Pavia – Assessorato al Turismo, Commercio, Artigianato, Politiche Economiche, Benessere e Tutela Animale - in collaborazione con Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, Club Buttafuoco Storico e Distretto Oltrepò.

Run Wine Walk: cammina e degusta in compagnia

All’interno di Storie di Vino ci sarà la possibilità anche di fare del movimento fisico. Grazie all’Associazione Run&Walking Point, alle ore 10 partirà dal Ponte Coperto una camminata non competitiva fino a Travacò. Un modo per abbinare lo sport alla scoperta dei nostri prodotti ed eccellenze.

Chi è interessato può prendere contatti con l’Associazione inviando una email a segreteria@runwalkingpoint.it o chiamando il numero 3290057362 (Andrea Bazzo). Dare il proprio nominativo non comporta nessun impegno, solo una preiscrizione per il conteggio dei partecipanti.

Il ritrovo per la Run Wine Walk è al Ponte Coperto di Pavia - lato Piazzale Ghinaglia - alle 9.45. Per rendere effettiva la preiscrizione bisogna andare alla postazione dell’Associazione (lato Borgo) e scegliere la modalità di partecipazione: solo la “Camminata” (costo 10 euro, comprensivo di un omaggio RWP) o abbinamento “Storie di Vino + Camminata” (costo 20 euro). Il percorso sarà agevole per tutti, costeggerà il Ticino attraversando il Borgo Vecchio fino alla Big Bench di Travacò. Per tornare si percorre lo stesso tragitto per un totale di 8 km. I più allenati, liberamente, potranno anche correre. A tutti i partecipanti verrà dato un gadget. Si consiglia abbigliamento comodo, a strati e adeguato alle condizioni meteo della mattina.

“Fra i nostri obiettivi come Associazione” spiega Andrea Bazzo, uno dei soci fondatori di Run&Walking Point “c’è la valorizzazione del territorio, promuovendo le ricchezze che ci dona. Proprio per questo motivo abbiamo scelto il Ticino come bellezza naturale di Pavia e abbiamo organizzato una camminata in cui possiamo ammirarlo e scoprirlo nella sua completa grandezza. Ci siamo inseriti nel programma di Storie di Vino perché condividiamo il valore di generare opportunità mettendo in contatto le persone”.

Ricordi di vino: mostra di attrezzi agricoli vintage per la lavorazione del vino

La seconda edizione di Storie di Vino si arricchisce con un evento culturale, la mostra Ricordi di Vino curata dall’ex agricoltore di Siziano Domenico Pestoni. Si tratta di una esposizione di attrezzi agricoli vintage - collezionati durante tutta la sua vita da Pistone – che riguardano la vita agricola e in particolare la lavorazione del vino. Si potranno ammirare, per esempio, le macchine per schiacciare l’uva, tappatrici, la moscarola, la brenta, gli aratri e gioghi, la cantinetta. Gli oggetti saranno visibili su tutto il tragitto del Ponte Coperto, tra uno stand e l’altro.

Domenico Pestoni, nato nel 1946 a Bascapè nella sua vita è stato agricoltore. Nel 1956 si trasferisce a Siziano, dove abita tutt’ora. Nel 1993 inizia a collezionare attrezzi e vecchi strumenti agricoli, esponendoli nella sua stalla un tempo usata per accogliere le mucche. Dagli anni 2000 partecipa con gli attrezzi tipici alle feste ed eventi di Siziano come Medioevo in borgo e le ricorrenze legate alle tradizioni del paese. Dal 2015 ha accolto le scuole per mostrare gli attrezzi e raccontare la vita di una volta. Si possono scoprire gli oggetti del falegname, del ciabattino, del fabbro, per la pesca, attrezzi legati all’agricoltura, utensili per la casa (bagno, radio, secchi in rame, stufe, macchine da cucire), calessi. La mostra Ricordi di vino è stata pensata e curata da lui.

Seguici sui nostri canali