Eventi
Terza edizione

Musica e teatro: il Carbonetti porta in scena l’estate nei giardini di Villa Nuova Italia

Si parte il 2 luglio con Lodo Guenzi; previsto un tributo a Lucio Dalla e il ritorno della lirica con la "Cavalleria rusticana".

Musica e teatro: il Carbonetti porta in scena l’estate nei giardini di Villa Nuova Italia
Eventi Oltrepò, 20 Maggio 2022 ore 13:43

"Estate in scena", la rassegna di musica e teatro promossa dal Carbonetti che animerà i giardini di Villa Nuova Italia a partire dal 2 luglio con Lodo Guenzi.

Il Carbonetti porta in scena l’estate nei giardini di Villa Nuova Italia

Anche quest’anno, la rassegna estiva di teatro e musica “Estate in scena”, giunta alla terza edizione, animerà di suoni ed emozioni la suggestiva cornice dei Giardini di Villa Nuova Italia.

Il Carbonetti e il suo staff saranno infatti presenti nel parco adiacente il teatro per tutto il mese di luglio, con una programmazione in cui prosa e musica si congiungeranno, dando vita a spettacoli unici ed emozionati.

«La rassegna “Estate in scena” è divenuta un appuntamento fisso nell’agenda degli eventi estivi organizzati dall’Amministrazione Comunale in sinergia con il Teatro Carbonetti – spiega il Sindaco di Broni, Antonio Riviezzi – In un periodo complesso come quello che stiamo vivendo, dopo un’estenuante pandemia e con un conflitto in corso, arricchire l’offerta culturale con una rassegna estiva di assoluto livello, significa guardare al futuro con rinnovata speranza».

«Questa rassegna testimonia ancora una volta l’impegno costante dell’Amministrazione nel rafforzare il ruolo del Carbonetti quale polo culturale di eccellenza del territorio, così che possa divenire sempre più il centro promotore di valori fondamentali quali l’apertura, l’inclusione e la condivisione – conclude il Sindaco – Tutto ciò è possibile grazie ad una programmazione di qualità che sia al tempo stesso “per tutti”, con appuntamenti di vario genere in grado di incontrare il gusto di tutto il nostro affezionato pubblico, che ringrazio sentitamente perché – anche nei mesi di pandemia e di chiusura – non ha mai fatto mancare il proprio sostengo e calore al nostro amato teatro».

« “Estate in scena”, oramai vero e appuntamento fisso della vita culturale bronese, ha acquisito nel tempo una propria identità caratterizzante, in cui teatro e musica si legano strettamente nella suggestiva cornice dei Giardini di Villa Nuova Italia – spiega la Professoressa Mara Scagni, Consigliera con delega alla Cultura – A proposito dei giardini, riprogettati nell’ormai lontano 1974 da Gae Aulenti, vorrei sottolineare come la rassegna rappresenti un’occasione importante per la loro valorizzazione, in attesa che possano essere oggetto di un intervento conservativo e migliorativo».

«In questa edizione della Rassegna, particolare attenzione è stata riservata ai più piccoli, con la novità dell’introduzione di due spettacoli a loro dedicati, così che il teatro possa divenire un’occasione per stare insieme anche nel periodo estivo, magari in famiglia, con i genitori o con i nonni» – sottolinea la Consigliera.

«Dettaglio pragmatico, ma non trascurabile, di questa nuova edizione della rassegna, riguarda i prezzi dei biglietti; per quanto riguarda gli spettacoli in cartellone, il prezzo è sceso di circa 2 – 3 euro rispetto lo scorso anno – Prosegue Mara Scagni – Per quelli dedicati a bambini e ragazzi, è stato introdotto il costo “calmierato” a 5 euro: visto che è aumentato tutto, l’aver mantenuto un prezzo abbordabile permetterà anche alle famiglie numerose di poter assistere agli spettacoli senza spendere un capitale».

«A margine della rassegna sono previsti anche altri appuntamenti che rispondono alla volontà dell’Amministrazione di dare spazio e visibilità ad iniziative musicali di realtà presenti sul territorio, come i concerti organizzati rispettivamente dal Conservatorio Vittadini il 30 giugno in Piazza Garibaldi e da Ultrapadum il 24 settembre al Carbonetti» – conclude la Professoressa Scagni.

«L’Associazione Amici del Teatro Carbonetti – sottolinea il Presidente Marco Rezzani – Non può che mostrare gratitudine nei confronti dell’Amministrazione comunale, per aver continuato a credere nel Teatro come volano di rinascita, vero e proprio simbolo di ripartenza della Città e del territorio dopo i momenti di difficoltà causati dalla pandemia, momenti che tutti noi abbiamo dovuto affrontare in modo così improvviso, doloroso ed intenso».

«La Cultura, e il Carbonetti con essa, in tutto questo contesto hanno reso possibile mantenere il contatto con la normalità e la bellezza – prosegue il Presidente degli Amici del Teatro – Se è vero che “La bellezza salverà il mondo”, come pronunciato dal principe Myškin ne ‘L’Idiota di Dostoevskij’, personalmente credo che il Teatro rappresenti uno dei mezzi più efficaci per avvicinarsi alla bellezza e salvarci dalle difficoltà e dallo sconforto».

«Come Presidente dell’Associazione Amici del Teatro Carbonetti – conclude Rezzani – Sono orgoglioso di far parte di questo progetto che mira ad accogliere i gusti artistici di diverse fasce di età facendo del nostro teatro un luogo non solo di incontri e relazioni, ma anche di crescita ed opportunità».

Il programma

Di livello il cartellone proposto in questa edizione.

Si partirà sabato 2 luglio alle ore 21.30 con “ Uno spettacolo divertentissimo che non finisce assolutamente con un suicidio” con Lodo Guenzi, frontman della band ‘Lo stato sociale’ e noto volto televisivo, per la regia di Nicola Borghesi.

Partendo da nessuna idea precisa né un piano, i due hanno lavorato sull'autobiografia di una persona abbastanza famosa, Lodo. Il percorso di una persona attraverso la fama, parola quanto mai controversa, può diventare una parabola nella quale più persone possono riconoscersi: la vita delle persone, generalmente, consiste nel sopravvivere lasciandosi dietro macerie. Tutto questo è terribile, ma fa anche ridere. Mentre il successo, che da fuori sembra spensierato e piacevole, da dentro è terribile come tutto il resto, anche se in modo diverso. E poi, infine, c'è il teatro. Quella cosa per cui, alla fine, di vivere, ne vale la pena.

Sabato 16 luglio, alle ore 21.30, sarà la volta di “Lucio tra le stelle. Omaggio a Lucio Dalla ”, con la voce inconfondibile di Iskra Menarini, che con Dalla ha vissuto un sodalizio lungo tutta la sua carriera come corista.

In scena anche Stefano Fucili alla chitarra e Teo Ciavarella al pianoforte, entrambi facenti parte della storica band del musicista scomparso.

Infine venerdì 29 luglio ore 21.30 la chiusura con il ritorno della lirica con l’opera “Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni (regia di Alessandra Floresta), prodotta dalla Compagnia Musica In Scena.

Aprirà la serata un concerto di aria della famosa opera.

Anche per i più piccoli

La novità di quest’anno riguarda i più piccoli; la Rassegna “Estate in scena”, infatti, strizzerà l’occhio anche ad un pubblico più giovane, con due appuntamenti di ‘Teatro Ragazzi’.

Venerdì 8 luglio, ore 21.30, andrà in scena “Le canzoni di Gianni Rodari” di e con Valentino Dragano della Compagnia Kosmocomico Teatro. Si tratta di uno spettacolo-concerto sulle canzoni di Rodari, cantate dall’indimenticabile Sergio Endrigo nel disco Ci vuole un fiore.

Canzoni come “Un signore di Scandicci”, “Napoleone”, “Zucca pelata” ed altri brani proposti, sono pezzi senza tempo, in cui il gusto per la rima, le associazioni fantastiche, la musica e il canto si sposano perfettamente con il teatro (spettacolo adatto per i bimbi dai 6 anni in su).

Venerdì 22 luglio, ore 21.30 sarà la volta dello spettacolo “Le lacrime del principe”, che porterà i bambini e le loro famiglie in una storia magica liberamente ispirata a “Il mago dei colori” di Arnold Lobel.

Lo spettacolo proposto è un vero e proprio tuffo nel mondo dei colori e delle emozioni: noia, paura, felicità, tristezza, amore e rabbia. I piccoli spettatori saranno in grado di riconoscere tutte le emozioni che attraversano la storia del principe, visto che lo spettacolo in questione nasce dalla collaborazione con alcuni insegnanti ed alunni sia della scuola dell’infanzia che della primaria, che hanno contribuito alla rappresentazione di questa storia con alcuni dei loro pensieri legati al proprio vissuto emozionale e alla propria piccola ma grande esperienza di vita.

  • Biglietteria presso il Teatro Carbonetti, via Leonardo Da Vinci 27, Broni.
  • Orario (fino al 5 giugno 2022): venerdì dalle 17.00 alle 19.00; sabato dalle 16.00 alle 19.00.
  • Orario estivo (in vigore dal 6 giugno 2022 al 30 luglio 2022): mercoledì e giovedì dalle 17.30 alle 20.00
  • Telefono 0385/54691-366/8190785
  • E-mail biglietteria@teatrocarbonetti.it
  • Acquisto on-line dal sito www.teatrocarbonetti.it
  • Per informazioni: www.teatrocarbonetti.it.

(Foto di copertina: SteBrovetto Ph)

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter