Eventi
Tempo Libero

Cosa fare a Pavia e provincia: gli eventi del weekend (21 - 22 gennaio 2023)

Una selezione di appuntamenti imperdibili per il prossimo fine settimana

Cosa fare a Pavia e provincia: gli eventi del weekend (21 - 22 gennaio 2023)
Eventi Pavia, 18 Gennaio 2023 ore 09:09

(Foto di copertina: Francesco Bianco)

Gli appuntamenti imperdibili per il prossimo fine settimana a Pavia e provincia: i nostri consigli per sabato 21 e domenica 22 gennaio 2023.

Cosa fare a Pavia: gli eventi del weekend (21-22 gennaio 2023)

PAVIA. Expo Jurassic in Tour

  • Fino al 23 gennaio 2023 - Palazzo delle Esposizioni

Uno spettacolare allestimento immersivo che la trasforma in un vero e proprio scenario preistorico. Protagonisti indiscussi sono sempre i dinosauri e gli altri animali preistorici. Tanti modelli, tutti ricostruiti fedelmente e rigorosamente a grandezza naturale, alcuni dei quali in movimento oltre ad essere di dimensioni gigantesche, ci raccontano la loro storia e l'evoluzione della vita sulla terraferma e nei mari. Spiccano i rettili preistorici più famosi e conosciuti, come: il Tyrannosaurus-Rex, lo Spinosauro ed il Velociraptor. Non mancano le ricostruzioni dedicate ai resti fossili e agli scheletri di animali enormi e letali vissuti milioni di anni fa. Durata mostra 30 minuti; info e prenotazioni www.produttoridiallegria.com

PAVIA. Inaugurazione del Museo Diocesano di Pavia

  • Sabato 21 gennaio 2023 - ore 18

L’apertura al pubblico degli antichi spazi ipogei, in cui convivono elementi altomedioevali dell’antica cattedrale di Santa Maria del Popolo con strutture in calcestruzzo armato degli anni Trenta, consentirà di rendere fruibile un importante bene archeologico, culturale e spirituale della città. Alla presenza del Vescovo S. E. Mons. Corrado Sanguineti e delle autorità cittadine, il Direttore Marco Romano, lo staff diocesano, M. Chiara Cardini curatrice della nuova narrazione museale, e i collaboratori del progetto, accompagneranno il pubblico in una prima visita al Museo, un luogo speciale che si colloca nel cuore della città dove la piazza e il Duomo fanno da cornice.

Orari: L’ingresso avverrà il sabato dalle 14,00 alle 18,00 e la domenica dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 14,00 alle 18,00. Durante la settimana su prenotazione. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

PAVIA. Il mistero delle tre statue

  • Sabato 21 gennaio 2023 - dalle 10 alle 18 - Museo di Archeologia, Strada Nuova 65

Apertura straordinaria del Museo di Archeologia dell'Università di Pavia: sabato 21 gennaio 2023, ore 10-18 .Il Museo di Archeologia (Corso Strada Nuova 65) conserva tre statue romane prive della testa, due figure femminili e un torso virile. Sono tra i primi reperti entrati al Museo, fondato nel 1820. Gli antichi inventari le indicano come provenienti dagli scavi della città romana di Veleia.Chi rappresentano? Dove erano esposte? Qual era la loro funzione? Marialetizia Tramontin presenterà il lavoro di ricerca svolto per la sua tesi di laurea, Three statues of supposed Veleiate provenance in the collections of the University of Pavia.

A reprise, di cui è stato relatore Stefano Maggi e correlatrice Maria Elena Gorrini, nell'ambito del corso di laurea magistrale "The Ancient Mediterranean World: History, Archaeology and Art" del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Pavia.

L'incontro alle ore 16.00 prevede l'illustrazione delle tre statue e una conferenza in aula adiacente al Museo, condotte da Tramontin, che parlerà dell'ingresso di questi reperti nella collezione  e delle loro caratteristiche iconografiche e stilistiche, messe a confronto con quelle di altre statue romane.

Interverranno Stefano Maggi, ordinario di Archeologia classica, e Mario Colella, che ha restaurato due delle tre statue marmoree.

Info: museo.archeologia@unipv.it.  Costo incluso nel biglietto d'ingresso.

PAVIA. Teatro Ragazzi - Renart. Processo ad una volpe

  • Sabato 21 gennaio 2023 - Ore 15.30 - Teatro Politeama

Adattamento di "Il Romanzo di Renart la Volpe", regia Tommaso Bianco con Filippo Tampieri. Durata 50 minuti circa; fascia di età 7+. La storia delle molte malefatte della volpe Renart che spadroneggia con prepotenza nel bosco, rapendo, ingannando, truffando e maltrattando tutti gli animali che lo abitano.

Uno spettacolo dinamico e multiforme, vincitore del Premio della Giuria dei Ragazzi al Festival di Vimercate 2022, che recupera il proprio materiale drammaturgico dal testo popolare del Basso Medioevo galloromanzo "il Romanzo di Renart la Volpe", filtrato attraverso linguaggi contemporanei e pop.

Uno spettacolo ironico e attuale, che chiamerà il giovane pubblico ad essere parte del processo narrativo decidendo la sorte del bullo Renart nel processo finale, ragionando sui concetti di bullismo, giustizia e comunità.

Info e biglietti: www.teatrofraschini.it

 

PAVIA. Museo temporaneo Necchi Pavia

  • Fino al 28 aprile 2023 - Broletto, Piazza della Vittoria

In Piazza Vittoria nel Palazzo del Broletto di Pavia, da dicembre ad aprile 2023, in mostra gratuitamente al pubblico. la lunga storia industriale dell’azienda, in occasione dell’elezione di Pavia a Capitale della Cultura d’impresa. Con un progetto di alternanza scuola-lavoro Manifesto pubblicitario Necchi, 1955-1960 Per decenni i termini “macchina da cucire” e “Necchi” sono stati sinonimi, soprattutto in Lombardia.

Fulcro dell’esposizione è la figura dell’imprenditore Vittorio Necchi, la cui famiglia avviò nel 1835 l’attività nel settore della lavorazione della ghisa – al tempo specializzata nella produzione di radiatori per riscaldamenti – e il cui padre, Ambrogio, costruì nel 1900 una grande fonderia di 80mila metri quadri poi nota come Necchi-Campiglio. Chi conosce Milano riconoscerà questo nome: è quello della dimora-gioiello progettata negli anni Trenta da Piero Portaluppi in via Mozart, commissionata appunto dalle sorelle Necchi – Gigina e Nedda – e da Angelo Campiglio, marito di Gigina e presidente delle fonderie. La Necchi, nel frattempo, veniva separata dal resto dell’impero di famiglia e resa grande proprio da Vittorio. Furono il suo stretto rapporto con la città e i suoi abitanti, oltre all’introduzione di processi di innovazione e di comunicazione, a portare a Pavia una vera e propria rivoluzione, che l’avrebbe accompagnata lungo il XX secolo e portata all’avanguardia del settore.

PAVIA. L'ospite inatteso

  • Fino al 29 gennaio 2022 - Musei Civici

In esposizione un capolavoro di Silvestro Lega, che giunge a Pavia grazie alla collaborazione tra i Musei Civici e l'Associazione Mets Percorsi d'arte, organizzatrice della mostra Milano. Da Romantica a Scapigliata, in corso presso il Castello Visconteo Sforzesco di Novara, dove è esposto un dipinto iconico dei Musei Civici, il Ritratto di Nicola Massa Gazzino di Tranquillo Cremona.

Il prestito di questa fondamentale opera della Quadreria dell'Ottocento dei Musei pavesi ha innescato la collaborazione che ha portato allo scambio dei due dipinti, in un'ottica di valorizzazione reciproca e di approfondimento sui principali movimenti che hanno rivoluzionato la pittura dell'800: la Scapigliatura milanese e la Macchia toscana.

Orari di apertura: dalle 10 alle 18.
Chiuso il martedì, il 25 e il 26 dicembre, il 1° gennaio.

Maggiori info sul sito di ViviPavia

PAVIA. The Game

  • Fino al 28 febbraio 2023 - Museo della Tecnica Elettrica

Una mostra ispirata al libro di Alessandro Baricco a cura di Carlo Berizzi e Francesco Pietra ideata da Museo della Tecnica Elettrica dell'Università di Pavia (Pavia, via Ferrata 6) con Scuola Holden.

L’esposizione guida tra le “epoche” della rivoluzione digitale, presenta i protagonisti, indaga il passato e rilancia verso il futuro della tecnologia. Già all’ingresso del museo possiamo sperimentare in prima persona il cambiamento raccontato da Baricco; giocando a calcio balilla, flipper e Space Invaders, ci rendiamo conto che, piano piano, nel passaggio da un gioco all’altro tutto diventa più astratto, artificiale, leggero e veniamo catturati da una nuova realtà fatta di schermi, tastiere e codici.

Ospitato negli affascinati spazi del MTE, il percorso espositivo enfatizza la storia dell’elettricità – dalla pila di Volta fino al generatore a fusione nucleare Eta Beta II – per narrare le invenzioni che hanno portato all’epoca attuale, quella del Game.

PAVIA. Kryptos. La nuova mostra a Kosmos.

  • Fino al 5 Febbraio 2023 - Kosmos, Museo di storia naturale dell'Università di Pavia

In natura nulla è come sembra e l'inganno è l'unica costante.

Mimetismo non vuole dire solo nascondersi ma fingere di essere qualcosa di diverso; gli animali assumono forme e colori di quanto li circonda oppure spaventano i nemici con colorazioni vistose. Moltissimi fingono di essere quello che in realtà non sono: una foglia, un fiore, un rametto, un ciuffo di muschio oppure adottano la livrea di specie pericolose quando sono del tutto privi di mezzi offensivi.

La mostra Kryptòs. Inganno e mimetismo nel mondo animale racconta questo mondo affascinante con una selezione di animali vivi molto speciali: rane, insetti foglia, mantidi e ragni con livree sorprendenti, presentati all'interno di terrari arredati che riproducono l'ambiente naturale delle specie ospitate (tutte nate in cattività e non pericolose).

Orari: da martedì a domenica ore 10-18 (ultimo ingresso ore 17:30). Biglietti: accesso alla mostra compreso nel biglietto d'ingresso al Museo.

PAVIA. Mnemosyne, Il teatro della memoria

  • Fino al 26 marzo 2023 - Castello Visconteo

Come sarebbe stata la wunderkammer o lo studiolo di un collezionista del XVII secolo se fosse vissuto fino ai giorni nostri, sempre attento a mostrare l'evoluzione del mondo e dei nuovi confini? L'esposizione mira a dare una risposta a questa domanda e si propone di mostrare, tramite una esemplificativa e ricca rassegna, la storia del collezionismo dalle sue origini all'epoca contemporanea.

L'unico grande ambiente ricreato nella sala dei Musei Civici diventa così una vera e propria 'camera delle Meraviglie' realizzata con lo spirito delle Wunderkammer che si diffusero in Europa fra il XVI e XVIII secolo.

L'allestimento spettacolare appositamente studiato metterà in scena beni rientranti nelle categorie degli Artificialia (creazioni dell'uomo di opere d'arte, come statue, gioielli, quadri, reperti archeologici), i Naturalia (conchiglie e coralli, animali esotici, mostruosità della natura) e ancora gli Scientifica (opere dell'umano ingegno) e gli Exotica (oggetti proveniente dal lontano Oriente oppure da oltre le Colonne d'Ercole).

La mostra è anche l'occasione per poter vedere opere d'arte mai esposte provenienti dai depositi dei Musei Civici di Pavia, opere di tassidermia (struzzi, coccodrilli...) dal Museo Kosmos, opere africane dalla Fondazione Frate Sole, altre dall'Orto Botanico di Pavia.

Orari: Tutti i giorni (escluso il martedì), dalle 10 alle 18. Per informazioni: museicivici@comune.pv.it

PAVIA. Babylon

  • Venerdì 20 ore 21; Sabato 21 ore 21.00 e Domenica 22 gennaio 2023, ore 21.00 - Cineteatro Politeama

Il nuovo film di Damien Chazelle racconta gli anni ruggenti di Hollywood, tra cinema delle origini, ambizione smodata ed eccesso sfrenato. Con un cast stellare, nel cui firmamento brillano Margot Robbie e Brad Pitt.

REGIA: Damien Chazelle
PAESE: USA
ANNO: 2022
GENERE: Drammatico
DURATA: 189 min
CON: Margot Robbie, Brad Pitt, Diego Calva, Jovan Adepo, Olivia Wilde, Samara Weaving, Li Jun Li, Jean Smart, Tobey Maguire, Max Minghella, Katherine Waterston, Eric Roberts, Phoebe Tonkin, Flea, Jennifer Grant, Jeff Garlin, Lukas Haas, Spike Jonze, P.J. Byrne, Rory Scovel

Venerdì 20 gennaio, 21.00
Sabato 21 gennaio, 21.00
Domenica 22 gennaio, 21.00
Martedì 24 gennaio, 21.00 [V.O.S.]
Venerdì 27 gennaio, 21.00
Sabato 28 gennaio, 21.00
Domenica 29 gennaio, 21.00
Mercoledì 1 febbraio, 21.00

www.politeamapavia.it

 

ARENA PO. Anno santo per il millenario della chiesa di Arena Po

  • Fino al 23 aprile 2023

In occasione del millenario della dedicazione a san Giorgio della chiesa di Arena Po, in provincia di Pavia, la Penitenzieria Apostolica ha indetto un anno giubilare durante il quale chi visiterà in pellegrinaggio la chiesa, osservando le consuete condizioni, potrà ottenere l’indulgenza plenaria. Il decreto, promulgato il 7 aprile, stabilisce che l’anno santo vada dal 23 aprile 2022, festa di san Giorgio, allo stesso giorno del 2023.

La parrocchia di San Giorgio Martire si trova ad Arena Po, borgo dell’Oltrepò Pavese, nella diocesi di Tortona. Dista circa 20 km da Pavia, 30 km da Piacenza, 33 km da Lodi e 55 km da Milano. La chiesa fu dedicata a san Giorgio nel 1022, secondo una tradizione accettata dagli storici su documenti dell’epoca. Parzialmente riedificata nel XIII secolo, subì varie modifiche fino al restauro degli 1930, che ne recuperò le linee originali restituendole l’aspetto originario. Oggi è un mirabile esempio di architettura romanica e il suo campanile è il più antico della provincia.

Il sito www.giubileodisangiorgio.it informerà costantemente su modi e tempi delle visite e sulle iniziative religiose che celebreranno il millenario della chiesa.

GODIASCO. I nostri migliori anni

  • Domenica 22 gennaio 2023 - Ore - Teatro Cagnoni

Un omaggio a un mito della canzone italiana, ad un paroliere e maestro che nulla ha avuto da invidiare all'altro mito ancora vivente che è Mogol, ma soprattutto un esperto di cinema e tv che manca molto a tutti gli italiani. Questo era Paolo Limiti, autore di alcune delle più bella canzoni della musica italiana come ''La voce del silenzio'', ''Bugiardo e incosciente'', ''Il mio ex'', ''Ahi mi amor'', ''Non sai fare l'amore'', ''Lui, lui, lui'', ''Una musica'' e ''Dietro un grande amore'' solo per citarne qualche titolo, sono state solo alcune delle sue hit più famose interpretate da miti della musica italiana come Mina (con la quale formò un sodalizio ventennale), Ornella Vanoni, I Nomadi, Orietta Berti, Loretta Goggi e Giovanna Nocetti. Inizio spettacolo ore 17.00 ingresso a offerta libera.

GOLFERENZO. Tracce

  • Fino al 15 febbraio 2023 - Palazzo Belcredi Belloni - Ingresso gratuito

Un viaggio fotografico nei luoghi dimenticati, un progetto ideato e realizzato dalla fotografa Laura Turco che, col suo occhio attento, in un anno e mezzo di lavoro, ha catturato e riportato alla luce alcuni luoghi ormai dimenticati per raccontarceli in questa mostra attraverso 13 immagini inedite.

 

Seguici sui nostri canali