Sport
Sport

Davide Nicelli Jr e Tiziano Pieri costretti al ritiro al 69° Rally di Sanremo

Tutto era iniziato alla grande per il giovane equipaggio che subito conquista la power stage, ma il pilota pavese commette un errore che gli costa il ritiro.

Davide Nicelli Jr e Tiziano Pieri costretti al ritiro al 69° Rally di Sanremo
Sport Pavia, 14 Aprile 2022 ore 08:28

Weekend di sole vento, tempesta e tanta passione al 69° Rally di Sanremo, secondo appuntamento del Campionato Italiano Assoluto Rally 2022 e primo round del CIAR junior, che ha visto impegnati Nicelli Jr. e Pieri a bordo della Clio Rally 5 di Motorsport Italia, gommata Pirelli e con il supporto diretto della Federazione Aci Team Italia, della scuderia Sport e Comunicazione.

Davide Nicelli Jr e Tiziano Pieri costretti al ritiro al 69° Rally di Sanremo

Tutto era iniziato alla grande per il giovane equipaggio che subito conquista la power stage; nelle altre prove successive dimostra un passo inarrivabile per i suoi diretti avversari facendo sempre segnare il miglior tempo. Sul secondo passaggio del Bignone, ultima prova della giornata, il pilota pavese commette però un errore che gli costa il ritiro.

Ascoltiamo le sue parole : "E' stato un Sanremo iniziato non benissimo perchè prima dello start della power stage abbiamo pagato un minuto di ritardo che ci ha penalizzato di 10 secondi, non ci siamo comunque persi d'animo ma abbiamo cercato di tirare fuori il massimo da noi stessi, vincendo così la prova e anche le restanti fino a quando sull'ultimo tratto cronometrato di giornata ho commesso un errore che mi ha fatto sbattere contro un muro, aprire una ruota e finire così la nostra gara. Sono davvero mortificato con me stesso per questo altro errore fatto nel giro di due gare, non è da me: lo scorso anno 11 gare e non un graffio.

La delusione però più grossa è che abbiamo "buttato via" una gara che stavamo dominando, poi il sabato non so come sarebbe andata ma sicuramente ce la saremmo potuta giocare fino alla fine per il gradino più alto del podio perchè il passo c'era e mi sentivo molto bene con tutto il pacchetto. Purtroppo però ciò che conta non è solo vincere le prove ma anche portare a termine la gara, in particolare questo tipo davvero difficili. I nostri avversari alla fine sono stati più bravi di noi e questo lo dice la classifica finale e soprattutto di campionato.

Ora dobbiamo trovare la forza di reagire e guardare avanti perchè siamo solo all'inizio, analizzando al meglio i nostri errori per non ripeterli ma nello stesso tempo avere tanta fiducia in noi stessi perchè abbiamo dimostrato che ce la possiamo giocare con tutti, continuando il nostro percorso con il massimo impegno, come stiamo facendo dall'inizio, perchè sono sicuro porterà i suoi frutti.

Adesso archiviamo questo Sanremo andato storto, lavoriamo con tanta umiltà, sacrificio e con la voglia di riscattarci già dal prossimo rally, l'Adriatico del 14-15 maggio. Un grazie alla federazione, ACI Team Italia, Motorsport Italia, Renault, Pirelli, Sport e comunicazione, Tiziano Pieri, gli sponsor, tutto il mio entourage, mio padre e tutti gli appassionati amici e fans".  

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter