Innovazione

Scuole green a Certosa di Pavia, terminati i lavori di efficientamento energetico

I due edifici che ospitano la scuola d’infanzia e primaria sono diventati nZEB, con consumi prossimi allo zero.

Scuole green a Certosa di Pavia, terminati i lavori di efficientamento energetico
Scuola Pavese, 04 Febbraio 2021 ore 15:18

I due edifici che ospitano la scuola d’infanzia e primaria sono diventati nZEB, con consumi prossimi allo zero. I lavori continueranno i prossimi mesi in altri edifici pubblici.

Scuola green a Certosa di Pavia

Sono terminati da poco i lavori di efficientamento energetico a Certosa di Pavia, progettati e realizzati da Samso Spa su due edifici pubblici facenti parte dell’istituto scolastico del Comune. Il progetto di Samso, società E.S.Co – Energy Service Company, vincitrice a fine 2019 del bando pubblico comunale da 1,8 milioni di euro, prevede l’efficientamento di diversi edifici, oltre ai due già riqualificati: il Municipio, la sede della direzione e segreteria didattica, la scuola secondaria di primo livello, I’edificio che ospita la ludoteca e le aule di musicologia, gli ambulatori medici di Cascina Calderari.

I primi due stabili rinnovati dal punto di vista energetico ma anche nell’aspetto estetico, sono le sedi della scuola d’infanzia e della scuola primaria. Questi edifici sono stati trasformati in nZEB, con consumi energetici prossimi allo zero e con un conseguente miglioramento del confort interno degli ambienti scolastici. Samso stima come risultato della riqualificazione, una riduzione complessiva del 70% dei consumi di energia elettrica e termica. Gli interventi previsti dal piano sono realizzati in project financing, senza gravare sui bilanci dell’amministrazione comunale. Samso, in qualità di E.S.Co. infatti, riesce ad anticipare i costi dell’intervento, per poi recuperarli gradualmente negli anni, grazie ai risparmi ottenuti in bolletta.

Importante l’efficientamento delle scuole

“L’efficientamento delle scuole – dichiara Marcello Infurna, Sindaco di Certosa di Pavia – , costituisce uno dei tasselli più significativi del progetto complessivo autorizzato. Scuole belle, funzionali, rispettose dell’ambiente, questo è un grande risultato per Certosa e la sua amministrazione che si è fortemente impegnata per raggiungere questi obiettivi nel più breve tempo possibile. Rinnovare le scuole, significa investire nel benessere dei nostri ragazzi e sull’avvenire delle future generazioni”.

“Siamo orgogliosi di aver portato a termine la prima parte di questo progetto – dichiara Igor Bovo, AD di Samso Spa – . Nonostante le complicazioni nella gestione dei cantieri, dovute all’emergenza Covid-19, abbiamo consegnato i primi edifici riqualificati. Nei prossimi mesi i lavori coinvolgeranno anche altri immobili, in particolare procederemo all’installazione della facciata termo attiva nella sede del Municipio. Certosa di Pavia è il primo Comune in Italia ad applicare una tecnologia innovativa e brevettata, in grado di rendere autonomo dal punto di vista energetico gli edifici”.

I prossimi lavori

I tecnici di Samso hanno già iniziato gli interventi di efficientamento in altri tre edifici: l’ambulatorio di Cascine Calderari, la sede della Direzione Didattica e della Ludoteca. In questi palazzi verranno installati:  cappotto termico, nuovi serramenti e impianto fotovoltaico.

Cos’è stato fatto nelle scuole

Gli interventi realizzati nella sede della scuola d’infanzia e primaria nel dettaglio:

Samso ha proceduto all’installazione di un cappotto termico sull’involucro esterno degli edifici, ha poi sostituito i serramenti, con nuovi in pvc bianco ad alto isolamento termico e acustico. Alle finestre della scuola d’infanzia ha installato dei sistemi frangisole che evitano l’irraggiamento diretto all’interno degli ambienti scolastici. Sono state inoltre posizionate valvole termostatiche ai radiatori per regolare in maniera corretta la temperatura in ogni ambiente e sostituite le caldaie con nuove, più efficienti.

La ES.Co. ha poi installato un pompa di calore, della potenza di 140 kW, che è stata posizionata sul retro dello stabile che ospita la scuola primaria. Il macchinario fornirà calore nella stagione invernale e raffrescamento in estate ai due edifici scolastici ma anche ad altri, come la sede del Municipio, il Nido d’infanzia, la direzione didattica e segreteria, la secondaria di primo grado. Sui tetti sono stati montati due impianti fotovoltaici della potenza di 28 e 23 kwp che forniscono energia elettrica per l’illuminazione interna e per alimentare la pompa di calore. Sono stati installati anche sistemi di accumulo, batterie in grado di stoccare l’energia prodotta per poi renderla disponibile nei momenti in cui serve. I lavori sono stati completati senza disturbare le attività scolastiche.

4 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli