DA SETTEMBRE 2024

A Pavia aree pedonali davanti alle scuole, stop alle auto per la sicurezza dei bambini

Si tratta di uno dei primi provvedimenti al via della Giunta Lissia

A Pavia aree pedonali davanti alle scuole, stop alle auto per la sicurezza dei bambini
Pubblicato:

Sicurezza e salute dei bambini al centro della nuova iniziativa della Giunta Lissia. Da settembre, stop alle auto davanti ad alcune scuole durante gli orari di ingresso e uscita.

Stop alle auto davanti alle scuole

La nuova giunta guidata dal neo sindaco Michele Lissia ha approvato un'importante iniziativa volta a creare zone pedonali davanti alle scuole di Pavia. Sebbene alcuni dettagli pratici siano ancora da definire, il provvedimento è stato accolto positivamente, e mira a garantire maggiore sicurezza per i bambini, riducendo il traffico automobilistico e l'inquinamento nei pressi degli istituti scolastici durante gli orari più critici.

In sei istituti

A partire dal mese di settembre, la misura sarà inizialmente applicata alle scuole elementari De Amicis e Canna. Entro la fine dell'anno, il progetto verrà esteso alle primarie Maestri, Gabelli, Mirabello e alla scuola materna Manara. I genitori potranno lasciare i propri figli in punti di raccolta designati, situati a breve distanza dagli istituti scolastici. Qui, accompagnatori incaricati dal Comune prenderanno in carico i bambini e li accompagneranno a scuola.

Il provvedimento non entrerà in vigore immediatamente con l'inizio delle lezioni, ma richiederà un periodo di preparazione. Durante questo tempo, l'amministrazione comunale collaborerà con le direzioni didattiche per informare le famiglie e raccogliere osservazioni e suggerimenti. La chiusura delle strade limitrofe sarà attuata per un'ora sia al mattino sia al pomeriggio, garantendo percorsi alternativi e un servizio quotidiano di pedibus per accompagnare i bambini a scuola.

I punti di raccolta

Per la scuola De Amicis, situata in via Scopoli e frequentata da 297 alunni, il punto di raccolta sarà alle Mure Spagnole. La primaria Canna, in via Griffini, con 168 studenti, avrà invece il suo punto di ritrovo presso il parcheggio del Colombarone. Qui, esiste già un servizio di pedibus promosso dai genitori, che sarà ulteriormente potenziato con tappe lungo il percorso per rispondere meglio alle esigenze delle famiglie.

Espansione progressiva

Dopo l'attuazione iniziale a settembre, il progetto si estenderà progressivamente, coinvolgendo due istituti al mese fino a dicembre. Le nuove aree pedonali saranno istituite nelle seguenti vie:

  • Via Lovati (scuola primaria Maestri)
  • Via Ponte Vecchio (scuola primaria Gabelli)
  • Via Mirabello (scuola primaria Mirabello)
  • Via Manara (scuola d’infanzia Manara)

Gli obiettivi

Secondo il sindaco Michele Lissia, questo è solo il primo passo di un piano più ampio per migliorare la sicurezza e la salute dei bambini.

"Impedire alle auto di arrivare direttamente davanti alle scuole ridurrà i rischi per i piccoli e l'inquinamento atmosferico", ha dichiarato il sindaco. "Vogliamo creare un ambiente più sicuro e sano per i nostri bambini, coinvolgendo attivamente le famiglie nella definizione dei percorsi e delle modalità operative."

L'iniziativa rappresenta un importante passo avanti nella promozione di una mobilità sostenibile e nella protezione dei più giovani, puntando a un cambiamento culturale che favorisca una maggiore sicurezza e un ambiente urbano più vivibile per tutti.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali