Come organizzare una vacanza in Sardegna in 3 semplici mosse

Come organizzare una vacanza in Sardegna in 3 semplici mosse
Idee & Consigli Pavia, 20 Agosto 2021 ore 08:39

Pianificare una vacanza, per qualcuno, potrebbe sembrare un’impresa titanica, soprattutto di questi tempi. La verità è che grazie alle nuove piattaforme di cui dispongono le compagnie di viaggio e i centri turistici regionali oggi è facilissimo pianificare un viaggio totalmente sicuro e rigenerante.

A tal proposito, anche se devi partire oggi troverai gli orari dei traghetti diretti in Sardegna ed eventuali disponibilità dei biglietti. Per questo abbiamo pensato di fornire una guida per organizzare una vacanza da queste parti in tre semplici mosse.

Il viaggio d’arrivo

La prima cosa da fare è quella di pianificare il viaggio ma, come anticipato, ti basta individuare l’orario ideale di partenza del traghetto verso la Sardegna e prenotare, anche online. Per la scelta del traghetto considera sempre il porto d’approdo perché è da questo che inizierà la tua vacanza. I principali punti di arrivo sono Porto Torres, Golfo Aranci, Olbia e Cagliari.

Il Porto turistico di Olbia e quello di Golfo Aranci sono praticamente molto vicini tra loro e si trovano sul versante nord dell’isola, mentre Porto Torres si trova sul versante opposto, in provincia di Sassari.

Infine quello di Cagliari si trova a sud dell’isola, nei pressi di meravigliose località come Villasimius, Pula e Chia. Scegliere il porto di approdo è importante perché determina la durata del viaggio e, soprattutto, da dove partirà la tua vacanza alla scoperta della Sardegna.

Le tappe da visitare

Per pianificare le tappe della vacanza in Sardegna dovrai considerare il tempo di cui disponi e ciò che ti interessa maggiormente visitare. Per esempio se sei un appassionato di spiagge ti suggeriamo di seguire il litorale, senza soffermarti troppo su una sola località.

Un bel percorso alla scoperta del mare sardo, per esempio, è quello che parte dal porto turistico di Olbia e che procede verso sud passando per la Roccia dell’Orso, per la Spiaggia delle Piscine e per la Sciumara dove fare vela o ammirare i cavalli che passeggiano nelle acque cristalline.

Da Porto Torres, invece, potrai procedere via mare scoprendo la bellezza di Stintino, di Castel Sardo e del Parco Nazionale dell’Asinara. Seguendo la costa e scendendo a sud, invece, potrai fare una sosta ad Alghero, centro di movida, di shopping e di divertimento per chi cerca esperienze più mondane.

Se parti da Cagliari, invece, avrai l’imbarazzo della scelta tra le mete da visitare: Quartu Sant’Elena, Capo Carbonara, Villasimius e Cala Pirra sono solo alcune delle bellezze naturali che potrai visitare. L’importante è fare i conti con il tempo di cui disponi e non fermarti ad una sola spiaggia ma visitarne quante più possibile.

Cosa mettere in valigia?

Facile: solo lo stretto necessario. Il nostro suggerimento è quello di ridurre al minimo l’equipaggiamento a base di costume, scarpe comode e abiti leggeri per poi dare libero sfogo agli acquisti di cosmetici naturali, souvenir, bontà tipiche e oggetti tradizionali.

In Sardegna fa molto caldo per cui è bene partire con la protezione solare sempre a portata di mano e con abiti traspiranti, meglio se in cotone. Lascia sempre un po’ di spazio in valigia per i tuoi ricordini e per i souvenir da riportare a chi ti aspetta a casa!