Politica
Politica

Treni: "Linee Pavesi da ammodernare, ma quando? L'assessora ci informi"

La Regione ha approvato un programma di acquisto di materiale rotabile che prevede l’immissione in servizio di 222 nuovi treni entro il 2025, ma nessuno andrà sul territorio pavese.

Treni: "Linee Pavesi da ammodernare, ma quando? L'assessora ci informi"
Politica Pavia, 16 Febbraio 2022 ore 13:05

Treni: Linee Pavesi da ammodernare, ma quando? L'assessora ci informi". A chiederlo in un'interrogazione è il consigliere regionale Giuseppe Villani.

"Linee Pavesi da ammodernare, ma quando?"

Una risposta sull’ammodernamento delle linee ferroviarie che interessano la provincia di Pavia: la chiede Giuseppe Villani, consigliere regionale del Pd, in un’interrogazione, depositata settimana scorsa e rivolta all’assessore regionale ai Trasporti Claudia Terzi. “Le linee ferroviarie Stradella-Pavia-Milano, Milano-Mortara-Alessandria e Alessandria-Piacenza sono parte delle 40 linee del servizio ferroviario regionale della Lombardia e costituiscono un importante collegamento tra il territorio pavese e l’area metropolitana milanese, il Piemonte e l’Emilia-Romagna, ma non si sa ancora quando verranno ammodernate”, fa presente Villani.

Acquistati 222 nuovi treni

La Regione ha approvato un programma di acquisto di materiale rotabile che prevede l’immissione in servizio di 222 nuovi treni entro il 2025, per un investimento complessivo di 2 miliardi di euro. “Su molte linee, nel varesotto, ma anche nel cremonese e nel bresciano, un programma di consegne dei nuovi treni Caravaggio ad alta capacità, dei treni a media capacità Donizetti e dei convogli ibridi diesel-elettrici Colleoni è già previsto per il 2022 – ricorda il consigliere Pd –. E la stessa assessora ha assicurato che i convogli di ultima generazione verranno pian piano messi in esercizio ovunque. Ma quando?”.

L’interrogazione chiede proprio di sapere “la tempistica di sviluppo del programma di immissione in servizio dei 222 nuovi treni previsti nel programma di acquisto regionale entro il 2025, con indicazione delle linee ferroviarie beneficiarie per ciascun anno; se non si ritenga di dover procedere dando priorità alla sostituzione del materiale rotabile in considerazione della vetustà dello stesso; quando, in particolare, sia prevista l’immissione in servizio di nuovi convogli presso le linee ferroviarie che interessano la provincia di Pavia”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter