Parte la raccolta firme tra i pendolari del Pavese, Villani (PD): “Diciamo basta ai disagi di Trenord”

"Ritardi e soppressioni sono ormai quotidiani". Ecco quando e dove aderire.

Parte la raccolta firme tra i pendolari del Pavese, Villani (PD): “Diciamo basta ai disagi di Trenord”
Pavese, 19 Novembre 2019 ore 11:51

Parte la raccolta firme tra i pendolari del Pavese per dire basta ai disagi di Trenord.

Parte la raccolta firme tra i pendolari del Pavese, Villani (PD): “Diciamo basta ai disagi di Trenord”

Ritardi e soppressioni quotidiani, disagi che non accennano a finire. Per i pendolari della provincia di Pavia raggiungere il posto di lavoro, la scuola, l’università troppo spesso è un calvario. Anche nel mese di novembre Trenord è stata costretta ad erogare gli abbonamenti mensili con lo sconto del 30%  sulle linee Pavia- Torreberetti- Alessandria, Voghera-Piacenza e Alessandria-Mortara-Milano perché nel mese di agosto non sono stati rispettati gli standard minimi di affidabilità. L’esperimento Trenord in dieci anni è stato fallimentare. Per questo il Partito democratico ha lanciato una raccolta firma per dire ‘ Basta Trenord’ e chiedere treni puntuali, affidabili e puliti”.

Ad affermarlo è il consigliere regionale Giuseppe Villani (Pd),  che annuncia la mobilitazione nei mercati della provincia di Pavia che prenderà il via questa settimana.

Queste le date e i luoghi  in cui saranno raccolte le firme per dire  “Basta Trenord”

Giovedì 21 novembre, mercato di Bressana Bottarone, dalle 8.15 alle 10.

Giovedì 21 novembre, mercato di Cava Manara, dalle 10 alle 11.30.

Venerdì 22 novembre,mercato di Voghera, dalle 9 alle 10.30.

Domenica 24 novembre, mercato di Casteggio, dalle 9 alle 11.30.

Lunedì 25 novembre, mercato di Belgioiso, dalle 9 alle 11.

Giovedì 28 novembre, mercato di Corteolona, dalle 9 alle 11.

La petizione si può firmare anche on line: http://bit.ly/bastatrenord

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia