CasaPound censurata, consiglieri imbavagliati per la libertà di pensiero

Massimo Antoninetti e Mallory Sacchi si sono imbavagliati in segno di supporto a CasaPound Italia.

CasaPound censurata, consiglieri imbavagliati per la libertà di pensiero
Oltrepò, 13 Settembre 2019 ore 17:13

Massimo Antoninetti, consigliere comunale a Rocca Susella, e Mallory Sacchi, consigliere comunale a Volpara, si sono imbavagliati in segno di supporto a CasaPound Italia. In questi giorni migliaia di profili Facebook ed Instagram sono stati bloccati e cancellati agli esponenti di CasaPoundItalia su tutta la penisola italiana. Il gesto segue la solidarietà espressa da Mattia Feltri de La Stampa, Peter Gomez de Il Fatto Quotidiano, Vittorio Sgarbi ed altri esponenti della cultura tricolore.

CasaPound censurata, consiglieri imbavagliati per la libertà di pensiero

“Il bavaglio? Per esprimere il nostro sdegno alla censura che ha subito sui social CasaPound Italia, movimento politico per il quale siamo tesserati (La sorte capitata a Simone Di Stefano e Luca Marsella si è verificata anche per noi. Disattivati i profili Facebook e Twitter di Antoninetti). Un ente privato non può silenziare uomini e donne in questo modo, senza che lo Stato prenda una posizione in merito. La censura è un cancro da estirpare. Non possiamo accettare passivamente quello che è accaduto o festeggiare come hanno fatto la Boldrini, Zingaretti, giornalisti e centri sociali, può essere molto pericoloso. Sappiamo di essere politicamente scorretti per questo sistema marcio, ma la libertà è un dovere. Non dimentichiamolo”, dicono Antoninetti e Sacchi.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia