Cosa fare a Pavia Eventi di Sabato 10 Settembre 2022

L'800 da vivere. Percorsi e incontri nelle collezioni dei Musei Civici di Pavia

L'800 da vivere. Percorsi e incontri nelle collezioni dei Musei Civici di Pavia
Pavia da Sabato 10 Settembre a Domenica 11 Settembre

Sabato 10 e domenica 11 settembre, i Musei Civici di Pavia offrono diverse iniziative alla scoperta delle collezioni dedicate all'Ottocento, che comprendono la Quadreria, la Collezione Morone, la Gipsoteca, il Museo del Risorgimento.

In occasione del 1° weekend ideato e promosso dalla Rete dell'800 lombardo – alla quale aderiscono musei e istituti di cultura che riconoscono come elemento identitario il patrimonio culturale dell'800 – i Musei Civici di Pavia offrono ai visitatori un ricco programma di appuntamenti gratuiti: visite guidate appositamente ideate per famiglie con bambini e percorsi guidati sull'Ottocento per tutti (alcuni anche in inglese!).

I Musei Civici di Pavia – ospitati dalla metà del secolo scorso nel trecentesco Castello Visconteo – traggono origine dal lascito testamentario del marchese Luigi Malaspina di Sannazzaro (1754- 1835). I musei comprendono oggi raccolte eterogenee per tipologia e cronologia, suddivise in diverse sezioni: il secondo piano è tutto dedicato alle raccolte ottocentesche, dal Neoclassicismo al Simbolismo – con opere di artisti quali Francesco Hayez, Giuseppe Molteni, Federico Faruffini, Pasquale Massacra – in gran parte giustificate dalla presenza a Pavia di un'importante scuola di pittura che richiamò maestri e studenti talentuosi.

«L'adesione dei nostri Musei Civici alla Rete dell'Ottocento ci rende particolarmente orgogliosi – afferma l'Assessore alla Cultura, Mariangela Singali Calisti – E' infatti per noi un'occasione importante per valorizzare il nostro patrimonio museale. Per l'occasione abbiamo organizzato una serie di iniziative dedicate sia ai giovani che alle famiglie, senza trascurare un'apertura più vasta con la 'passeggiata' in lingua inglese».

Le attività sono realizzate nell'ambito del progetto Pavia museo sicuro e resiliente. Sviluppo di nuove tecnologie e di nuovi modelli di attrattività, grazie al contributo di Fondazione Cariplo.

Il programma dettagliato prevede:

Sabato 10 settembre

  • Ore 10.30 (1h) Visita guidata per bambini alla Quadreria dell'800, alla scoperta di capolavori che svelano personaggi ed episodi storici

per famiglie con bambini 5–10 anni.

  • Ore 17.30 (1h30) History walk - Passeggiata in lingua inglese nelle collezioni ottocentesche, a cura dei Viaggi di Tels.

per tutti.

Domenica 11 settembre

  • Ore 10.30 (1h) Visita guidata alla Gipsoteca per tutti.
  • Ore 17.30 (1h30) History walk - Passeggiata in lingua inglese nelle collezioni ottocentesche, a cura dei Viaggi di Tels.

per tutti.

Per accedere alle attività è necessario prenotare all'indirizzo mail: museicivici@comune.pv.it

Il progetto è stato realizzato con Fondazione Cariplo impegnata nel sostegno e nella promozione di progetti di utilità sociale legati al settore dell'arte e cultura, dell'ambiente, dei servizi alla persona e della ricerca scientifica. Ogni anno vengono realizzati più di 1000 progetti per un valore di circa 150 milioni di euro a stagione. Fondazione Cariplo ha lanciato 4 programmi intersettoriali che portano in sé i valori fondamentali della filantropia di Cariplo: innovazione, attenzione alle categorie sociali fragili, opportunità per i giovani, welfare per tutti. Questi 4 programmi ad alto impatto sociale sono: Cariplo Factory, AttivAree, Lacittàintorno, Cariplo Social Innovation. Non un semplice mecenate, ma il motore di idee. Ulteriori informazioni sul sito www.fondazionecariplo.it

Missione e obiettivi della Rete dell'800

La Rete dell'800 Lombardo riunisce Istituzioni che riconoscono il proprio tratto identitario comune nel patrimonio artistico e culturale del XIX secolo in Lombardia testimoniando con le loro collezioni la ricchezza, la molteplicità e la complessità di quell'epoca. Nata nel 2004, la Rete si è ricostituita nel 2019 grazie al supporto di Regione Lombardia con l'intento di valorizzare e promuovere luoghi e raccolte legati, a vario titolo, alla cultura ottocentesca.

La Rete dell'800 Lombardo intende sviluppare progetti di studio, ricerca e valorizzazione impegnandosi nella divulgazione del suo messaggio culturale allo scopo di offrire e garantire una migliore proposta attraverso strumenti integrati di guida al territorio, in un'ottica attrattiva indirizzata a consolidare il pubblico esistente e coinvolgerne altro.

Il 2022 ha visto la Rete dell'800 Lombardo crescere: le Realtà aderenti sono giunte ad essere tredici grazie all'ingresso della GAM – Galleria d'Arte Moderna di Milano e l'obiettivo per il 2023 è quello di aprire a nuovi Istituti per riunire un'offerta culturale sempre più diffusa e ricca rispondendo a esigenze diverse e offrendo all'utenza modalità nuove, efficaci e coinvolgenti per apprezzare al meglio la ricchezza dell'Ottocento.

La Rete dell'800 Lombardo cresce non solo in numero, ma anche e soprattutto in qualità della valorizzazione. Nel 2022 è stato pubblicato un sito web interamente dedicato alla didattica www.rete800lombardo-edu.net, esito del progetto Due secoli di RETE: I Musei dell'800 Lombardo dai carteggi al digitale finanziato da Regione Lombardia con il bando per la "Valorizzazione, promozione di istituti e luoghi della cultura patrimonio immateriale, siti Unesco e itinerari culturali, catalogazione del patrimonio culturale" – Sezione IV – MUSEI (L.R. 25/2016, ART.16). Il nuovo sito ha arricchito il portale www.rete800lombardo.net, con proposte didattiche volte alla conoscenza delle opere dei patrimoni ottocenteschi di ogni istituto parte della Rete.

1° Week end della Rete dell'800 Lombardo: una grande festa diffusa

L'intenzione dei partner di collaborare attivamente per creare occasioni sempre nuove di promozione del proprio patrimonio è confermata dalla programmazione del 1° Week end della Rete dell'800 Lombardo, una grande festa diffusa dedicata all'800 che avrà luogo nelle giornate di sabato 10 e domenica 11 settembre 2022.

Il palinsesto comprende attività ideate per un pubblico ampio, diversificato per fasce d'età e interessi, ma sempre attratto dalla cultura dell'Ottocento e pronto a viverla attraverso esperienze nuove, coinvolgenti e in grado di mostrare la forte interconnessione tra gli Istituti appartenenti alla Rete.

Un programma regionale di eventi per tutti avrà luogo nella due giorni, 10 e 11 settembre: visite guidate anche in lingua inglese, teatralizzazioni, proposte destinate agli insegnanti, aperture straordinarie di spazi non normalmente accessibili, musica dal vivo, laboratori didattici.

L'attenzione non sarà rivolta solo alle opere esposte: si offriranno proposte per apprezzare anche le sedi che ospitano l'ampio patrimonio ottocentesco cogliendo le particolarità di dimore nobiliari, ricchi giardini e le stesse città ove questi Istituti sono spesso il fiore all'occhiello della proposta culturale.

Con il 1° Week end della Rete abbiamo inteso mettere in scena una due giorni di festa che incarni il vero spirito di questo sodalizio tra importanti Istituzioni legate al patrimonio artistico ottocentesco. Ci entusiasma la condivisione di un progetto culturale regionale che, a prescindere dalla collocazione o dalla governance degli enti di gestione del patrimonio, permetta di raccontare le mille sfaccettature di una vicenda artistica unica diventando uno strumento importante di promozione del territorio e indirizzando verso la costruzione di itinerari alla scoperta di quello che è, in fin dei conti, il momento più importante in termini di acquisizione della consapevolezza della propria storia patria e di conseguenza del patrimonio artistico culturale che tale storia incarna. Gran parte di questi musei hanno fatto la storia delle collezioni delle rispettive città in cui sono insediati e la Rete dell'800 Lombardo si prefigge di raccontare anche questo aspetto. Per questo la festa di inizio settembre, che speriamo possa essere ripetuta a cadenza annuale, diventa un utile strumento di valorizzazione e di riscoperta di questi territori e dei relativi patrimoni identitari.

Stefano Karadjov, Direttore Fondazione Brescia Musei, Ente capofila della Rete.

Le attività sono distribuite sulle due giornate e sono calibrate per essere contenute nella durata e favorire la circolarità di pubblico tra i diversi Istituti durante il Week end, anche in diverse città o province della Regione.

Accademia Carrara accompagnerà adulti e insegnanti tra le vie di Bergamo in un percorso alla scoperta della storia e dell'arte dell'800; anche il Museo Poldi Pezzoli di Milano dedicherà una proposta agli insegnanti con la visita a palazzo Poldi Pezzoli riservandone una seconda ai più piccoli impegnati nella costruzione del profilo Instagram del padrone di casa. La GAM – Galleria d'Arte Moderna di Milano, oltre a condurre i bambini alla scoperta del giardino della Villa Reale, presenterà al pubblico due nuovi arrivi in museo, La Maternità di Gaetano Previati e il Quarto Stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo. Due iconici capolavori del Divisionismo attraverso cui rileggere le collezioni di arte moderna conservate alla GAM. L'Accademia di Brera offrirà la mostra digitale Napoleone e l'Accademia.

A far scoprire spazi normalmente preclusi al pubblico ci penserà il Museo Diotti di Casalmaggiore (CR) che, per l'occasione, aprirà le porte della Scuola di Disegno "Giuseppe Bottoli" offrendo anche una visita guidata per adulti e ragazzi con dimostrazioni laboratoriali di intaglio e di arte tipografica. I bambini saranno ancora protagonisti a Cremona, al Museo Ala Ponzone, dove, dopo aver assistito alla presentazione dell'opera di Piccio, Ritratto di Giovanni Beltrami e di altre opere di Beltrami, lasceranno proseguire nella visita i più grandi e si dedicheranno alla realizzazione di camei. Le mani in pasta le metteranno anche i giovani ospiti del Museo Lechi di Montichiari (BS) che, trasportati dai colori emergenti dalle collezioni, verranno coinvolti in un laboratorio artistico; sempre a Montichiari, ma presso il giardino segreto del Castello Bonoris, le sonorità di quattro giovani musicisti saluteranno l'alba della domenica. Il tema dantesco risuonerà nelle sale di Palazzo Tosio a Brescia attraverso un recital e visite guidate a cui si aggiungerà un affondo sulla figura di Giovanni Battista Gigola. Sempre a Brescia, la Pinacoteca Tosio Martinengo coinvolgerà il pubblico offrendo una narrazione interculturale che trae spunto da I profughi di Parga di Francesco Hayez, un laboratorio per adulti con i partecipanti nelle vesti di astuti detective e un'attività per bambini a partire dalle opere di Luigi Ferrari e Antonio Canova. Proprio Canova, protagonista indiscusso, verrà celebrato a Villa Carlotta a Tremezzina (CO) con una visita alle opere esposte e un laboratorio didattico per i bambini volto ad arredare idealmente il parco con le statue dell'artista; lo stesso parco stimolerà i sensi dei visitatori trasportati tra le essenze ottocentesche. Uno spettacolo teatrale di burattini presso l'Accademia Tadini di Lovere (BG) parlerà dell'amicizia tra Antonio Canova e i conti Tadini e sarà seguito da un laboratorio didattico. Le grandi scene di storia e i personaggi dei dipinti più celebri della Quadreria saranno il tema della visita per i più piccoli dei Musei Civici di Pavia, che apriranno altresì la loro Gipsoteca, e regaleranno una History Walk in lingua inglese.

Sul portale web della Rete dell'800 Lombardo è stata creata una pagina dedicata nella sezione "Eventi e News"

La proposta del 1° Week end della Rete dell'800 Lombardo è realizzata in collaborazione con Associazione Abbonamento Musei e diviene anche il volano per ulteriori iniziative che si apriranno nel prossimo autunno.

Siamo orgogliosi di essere partner della Rete dell'800 Lombardo mettendo in campo azioni di promozione e diffusione del programma del 1° Week end della Rete presso la audience di Abbonamento Musei; questa è la prima di una serie di azioni su cui Abbonamento Musei e la Rete dell'800 Lombardo sono già al lavoro per raggiungere i comuni obiettivi di promozione e valorizzazione dell'articolato patrimonio museale lombardo. Simona Ricci, Direttrice Associazione Abbonamento Musei

Per informazioni: elisa.sala.rete800@gmail.com