L’Oltrepò Pavese riparte dai bambini: al via la scuola montessoriana in Valle Staffora

La sperimentazione didattica con il progetto AttivAree - Oltrepò Biodiverso, sostenuto da Fondazione Cariplo.

L’Oltrepò Pavese riparte dai bambini: al via la scuola montessoriana in Valle Staffora
Oltrepò, 05 Gennaio 2019 ore 11:06

L’Oltrepò Pavese riparte dai bambini: al via la scuola montessoriana in Valle Staffora. Una sperimentazione didattica sostenuta da Fondazione Cariplo.

L’Oltrepò Pavese riparte dai bambini: al via la scuola montessoriana in Valle Staffora

La didattica montessoriana sta conoscendo in tutta Italia una positiva stagione di riconoscimenti: soprattutto nelle grandi città e nelle aree più dinamiche è un fiorire di scuole, a volte private, ispirate al metodo innovativo di Maria Montessori.

Nella provincia di Pavia a far da battistrada a questa sperimentazione, che fa del bambino e del suo mondo affettivo e creativo il baricentro del processo educativo, sono le scuole statali dell’alta collina, in Valle Staffora.

Presso l’Istituto Comprensivo P. Ferrari di Varzi, già a partire dall’anno scolastico in corso, sono state avviate alcune classi (prima e seconda) della scuola primaria con didattica fondata sul metodo Montessori. Per il prossimo anno si punta a estendere ad altre classi la sperimentazione avviata sia a Varzi sia a Zavattarello.

Incontro aperto al pubblico

Sabato 12 gennaio 2019 dalle 10.00 alle 12.00 la scuola di Varzi presenterà il programma formativo per l’anno scolastico 2019/20, con una mattinata aperta a tutta la cittadinanza, dal titolo “MONTESSORI: DALL’UTOPIA ALL’OLTREPÒ – l’azione didattica e formativa in corso nella Valle Staffora nell’i.C. “P. Ferrari” di Varzi”, a cui interverranno Umberto Dallocchio dirigente dell’IC Ferrari e Quinto Borghi, presidente della Fondazione Montessori, che illustrerà il pensiero di Maria Montessori.

Seguiranno alcune testimonianze di pratiche montessoriane, grazie alla partecipazione del dirigente dell’IC Alto Verbano Guido Boschini, con le insegnanti Paola Garoni e Maria Luisa Botta, e gli interventi di Federica Lazzati e Federica Quercioli dell’IC Ferrari.

Infine, il contributo di Veronica Lo Presti e di Maria Dentale, docenti all’Università di Roma La Sapienza sulla formazione come strumento di crescita per le comunità delle aree interne.

“Una sperimentazione gemella è attiva anche a Zavattarello, dove è stata attivata la pluriclasse prima-seconda – precisa il dirigente Umberto Dallocchio – Grazie al programma AttivAree di Oltrepò Biodiverso, le insegnanti hanno avuto accesso a un corso di formazione e hanno ottenuto il riconoscimento della nuova specializzazione”.

“La scuola con didattica Montessori è una scuola a misura di bambino – spiega Federica Lazzati, insegnante alla Primaria dell’IC Ferrari – L’ambiente è strutturato a isole dove i bambini lavorano insieme. Partiamo dal presupposto che l’artefice del percorso di apprendimento è il bambino stesso. La maestra deve aiutarlo a scegliere la propria strada”.

Iniziativa promossa da Fondazione Cariplo

L’iniziativa rientra nell’ambito delle azioni promosse dalla Fondazione per lo Sviluppo dell’Oltrepò Pavese attraverso il progetto Oltrepò Biodiverso, nell’ambito del Programma AttivAree di Fondazione Cariplo.

“È un’iniziativa che ci consente di declinare ulteriormente l’intento fondamentale del progetto – ricorda il presidente della Fondazione per lo Sviluppo dell’Oltrepò Pavese, Riccardo Fiamberti – Portare il metodo Montessori nei nostri territori significa infatti arricchire l’offerta educativa e le opportunità delle nostre comunità. Quindi accrescerne l’attrattiva anche per le famiglie con figli in età scolare”.

LEGGI ANCHE: Arriva il Bonus Famiglia 2019 in Lombardia: dal 16 gennaio le domande

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia