Economia

Come confrontare le offerte luce e gas

Come confrontare le offerte luce e gas
Economia 29 Ottobre 2021 ore 08:01

Il mercato dell’energia sta registrando un trend al rialzo dei prezzi di gas ed energia elettrica. Allo stesso tempo, il mercato libero dell’energia ha aperto le porte a numerosi fornitori di gas e luce che propongono offerte sempre nuove. Sta al cliente finale decidere da quale venditore e a quali condizioni fornirsi di energia elettrica e/o gas naturale, selezionando l’offerta che ritiene più interessante o conveniente. Affinché tutti possano fare scelte realmente consapevoli, però, è opportuno che i consumatori siano informati e sappiano come confrontare le offerte luce e gas. Ecco qualche consiglio pratico.

Confrontare le offerte luce e gas per risparmiare

Chi deve ancora scegliere un fornitore sul mercato libero, ha ancora tempo per guardarsi intorno. Il passaggio obbligato al mercato libero scatterà dal 1° gennaio 2023. Questo "passaggio obbligato" non dovrà sembrare solo un nuovo impiccio burocratico: è in realtà pensato per avvantaggiare gli utenti.
La scelta del mercato libero è infatti interessante soprattutto per le possibili occasioni di risparmio che si possono ottenere lasciando la tariffa del mercato tutelato.
Attenzione, però: tutte le offerte disponibili non sono uguali. Ci sono offerte che assicurano risparmi in bolletta, in altri casi, invece, il risparmio rispetto al mercato tutelato di fatto non c'è. Confrontare le offerte luce e gas nel modo giusto e cambiare fornitore, in questo momento significa avere la possibilità di risparmiare.

I consigli per confrontare le offerte luce e gas

Avere timore di cambiare operatore è "naturale" ma passare al mercato libero potrebbe essere più semplice di quello che si pensa. Ci sono alcuni aspetti da valutare con attenzione e alcuni accorgimenti per prendere scelte consapevoli.
Per prima cosa, il rapporto qualità-prezzo. La tariffa non è tutto: è importante scegliere un fornitore che offre anche la migliore qualità del servizio.
Inoltre, è bene valutare la propria spesa annuale. Guardare solo il prezzo dell’energia così come pubblicizzato dalle aziende non basta. Bisogna affidarsi a preventivi su base annua, a maggior ragione dal momento che esistono offerte a prezzo variabile (per esempio con il prezzo della componente energia indicizzato al mercato all’ingrosso), che potrebbe cambiare rispetto al momento in cui si sceglie.
Quindi, bolletta alla mano, per capire cosa conviene bisogna conoscere i propri consumi e i prezzi che attualmente vengono applicati. Ad esempio? Percentuale di consumi nelle diverse fasce orarie, l’andamento negli ultimi 12 mesi e altro ancora. È tutto presente nei vari fogli della bolletta, da tenere sempre a portata di mano.

Attenzione alle pratiche commerciali aggressive

Il passaggio al mercato libero dell'energia a volte è utilizzato come scusa da alcuni operatori per proporre offerte in modo scorretto, spesso aggressivo. L’ importante è non scegliere d’impulso, magari approfittando di offerte fatte al telefono ma sarebbe meglio farsi inviare la documentazione e consultarla con calma, prendendosi il tempo per documentarsi nel modo corretto.

Affidarsi a personale esperto per maggiori informazioni

A volte, soprattutto in momento come questo in cui i prezzi salgono, può essere utile chiedere maggiori informazioni a personale esperto. E poter contare - oltre che sull'assistenza telefonica e via web - anche su una rete di Punti Vendita "fisici" in cui entrare e chiedere, analizzare le tariffe, avere consigli utili, ricevere un'offerta personalizzata. Questo permette di instaurare un rapporto personale con gli operatori, ricevendo un servizio di assistenza capillare. Ci sono infatti alcuni gestori di luce e gas che fanno della territorialità un valore fondante, come il brand Nuovenergie, che oltre a fornire sul sito suggerimenti sui confronti delle offerte energia, è presente in modo capillare sul territorio lombardo e anche nel pavese con due sedi a Garlasco e Mortara.