Cultura
Enfant prodige

Sulle tracce di Alessandro Volta con i "Percorsi Voltiani" tra Pavia e Como

Passeggiate alla scoperta dei luoghi del grande scienziato.

Sulle tracce di Alessandro Volta con i "Percorsi Voltiani" tra Pavia e Como
Cultura Pavia, 03 Settembre 2021 ore 10:20

Il 4 settembre 2021 prenderanno il via i “Percorsi Voltiani”, itinerari alla scoperta dei luoghi che hanno visto Alessandro Volta come protagonista del panorama scientifico e mondano settecentesco.

Sulle tracce di Alessandro Volta con i "Percorsi Voltiani"

Nati dalla collaborazione tra Museo per la Storia dell’Università di Pavia e il Tempio Voltiano di Como, i percorsi si dipaneranno tra le strade di Pavia e Como portando i partecipanti sulle tracce del grande scienziato. L’innovativa proposta, frutto di un avvio di collaborazione che si auspica possa dare luogo a futuri scambi anche di tipo scientifico, mira a far conoscere la fondamentale figura di Alessandro Volta, uomo e scienziato. È rivolta a diversi tipi di pubblici, puntando sia sul turismo culturale che di prossimità, e a chiunque sia alla ricerca di storie e personaggi protagonisti in passato della scena nazionale e internazionale.

Visite guidate

I partecipanti potranno usufruire di visita guidata dell’itinerario e visita guidata del museo, al costo agevolato di 6 euro presso il Museo per la Storia e di 6 euro presso il Tempio Voltiano. A ciascuno sarà fornito un piccolo passaporto cartaceo, che verrà timbrato nelle due sedi e attesterà la partecipazione al percorso.

Il programma

4 settembre 2021 – Ore 14.30, 18 settembre e 2 ottobre 2021 - Ore 10.00: Itinerario sulle tracce di Volta in Como, della durata di 2-3 ore circa; ritrovo davanti al Tempio Voltiano (Viale Guglielmo Marconi 1, Como)

11-25 settembre e 9 ottobre 2021 - Ore 16.00: Itinerario sulle tracce di Volta in Pavia, della durata di 2 ore circa; ritrovo davanti al Museo per la Storia dell’Università di Pavia (cortile dei Caduti – Sede Centrale dell’Università di Pavia, Corso Strada Nuova 65, Pavia)

La figura di Alessandro Volta

Alessandro Volta, nato a Como nel 1745, è noto per essere stato l’inventore della pila e per aver cambiato per sempre, con le proprie scoperte e invenzioni innovative, il panorama della fisica del suo tempo. Prima professore di Fisica Sperimentale nel Ginnasio di Como e poi docente di Fisica Sperimentale all’Università di Pavia, in pochi sanno che Volta fu in realtà un enfant prodige perlopiù autodidatta. Tra le sue prime prodezze si ricordano la scoperta del gas metano e l’invenzione dell’elettroforo perpetuo, la prima macchina elettrostatica a induzione. Notissimo e molto apprezzato già nei salotti aristocratici dell’epoca, era solito eseguire esperimenti elettrici non solo per il diletto di nobiltà e studiosi ma anche per i comuni osservatori.

Pavia e Como

Pavia, città storica di origini medioevali, vanta una lunga e ricca storia in ambito culturale e religioso. Sede di una delle più antiche e prestigiose università italiane ed europee, fu per un periodo capitale del Regno Longobardo. Fecero di Pavia la propria casa, oltre ad Alessandro Volta, Camillo Golgi (premio Nobel per la medicina 1906), Antonio Scarpa (grande anatomista che ancor oggi presta il proprio nome a diverse parti del corpo umano) e, seppur brevemente, Ugo Foscolo e Albert Einstein; questi, e molti altri personaggi che hanno animato la vita culturale della città, sono ricordati nelle sale del Museo per la Storia.

Como, città di antiche origini, diviene fiorente sotto i Romani grazie alla sua posizione strategica in prossimità dello sbocco dei grandi laghi e dei più importanti passi alpini. Dà i natali a Plinio il Vecchio, autore della Naturalis Historia, e suo nipote Plinio il Giovane, artefice di uno dei più celebri epistolari del mondo latino. È con la dominazione Austriaca che la città si risolleva dalle alterne vicende dei secoli precedenti, sia a livello economico che culturale, mediante l’incentivo dello sviluppo dell’industria tessile e, in particolare, della seta. Di quest’epoca sono le meravigliose ville patrizie giunte fino a noi, come Villa Saporiti e Villa Olmo; soprattutto in quest’epoca nasce a Como Alessandro Volta, le cui importanti scoperte e invenzioni sono presentate negli spazi espositivi del Tempio Voltiano.

Cos'è il Museo per la Storia dell'Università di Pavia? Un luogo per tramettere la bellezza della scienza e della storia: nato nel 1936 per custodire antichi documenti e collezioni scientifiche legati alla lunga storia dell’ateneo pavese, è sempre pronto a offrire attività ed eventi che propongono argomenti scientifici a pubblici ampi così come a quelli di nicchia.

Cos’è il Tempio Voltiano di Como? Un luogo dedicato alla memoria di Alessandro Volta realizzato sulle rive del lago di Como grazie all’iniziativa dell’imprenditore Francesco Somaini che ne fece poi dono alla città. Celebrando il grande scienziato e valorizzandone gli studi, il Museo raccoglie originali e ricostruzioni degli strumenti scientifici da lui creati insieme a documenti e materiali riguardanti la sua vita.

Per maggiori informazioni:

Museo per la Storia: 0382 984707 - museo.storico@unipv.it - http://musei.unipv.eu/msu/

Tempio Voltiano: 031 252552 - musei.civici@comune.como.it - https://www.visitcomo.eu/it/scoprire/musei/tempio-voltiano/

(Foto di copertina: il cortile dell'Università di Pavia con la statua dedicata ad Alessandro Volta)