Cultura

La IUSS di Pavia assediata da 50 dei migliori studenti d'Italia

I ragazzi sono stati selezionati per la SOU, la Scuola di Orientamento Universitario.

La IUSS di Pavia assediata da 50 dei migliori studenti d'Italia
Cultura Pavia, 01 Luglio 2019 ore 15:03

50 studenti provenienti da tutta Italia, selezionati per la SOU, la Scuola di Orientamento Universitario, promossa dalla Federazioni delle tre Scuole d'Eccellenza Italiane.

Dopo la prima settimana di studio iniziata lo scorso 24 giugno alla Scuola Normale Superiore di Pisa, da oggi, lunedì 1 luglio 2019, sarà la Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia a ospitare il secondo dei tre corsi promossi da Normale, Sant’Anna e IUSS. 50 gli studenti che per 6 giorni si ritroveranno a Palazzo del Broletto di Pavia per seguire lezioni, tavole rotonde, seminari. Sabato 6, ospite d’eccezione sarà il critico televisivo e giornalista Aldo Grasso, che ricorderà l’amico Luigi Orsenigo, professore ordinario di Economia dell’innovazione allo IUSS scomparso prematuramente nel 2018, al quale è dedicato il premio che porta il suo nome e che sarà consegnato durante la cerimonia di chiusura dell’edizione 2019 della SOU.

I corsi di orientamento per i migliori studenti d'Italia

Tornano anche quest’anno i corsi di orientamento che le tre Scuole universitarie federate, Scuola Normale, Scuola Sant’Anna e IUSS di Pavia, organizzano per alcuni dei migliori studenti da tutta Italia che hanno appena concluso il quarto anno delle superiori. Una commissione congiunta delle tre istituzioni ha selezionato 230 studenti, di cui 80 si sono ritrovati da lunedì 24 a venerdì 28 giugno alla Scuola Normale a Pisa per il primo dei tre corsi della Scuola di Orientamento Universitario 2019. Gli altri corsi di orientamento federati si terranno allo IUSS di Pavia, dal primo al 6 luglio, e alla Scuola Sant’Anna di Pisa, dall’8 al 12 luglio.

Lezioni speciali per sei giorni

A partire da oggi, per 6 giorni 50 tra ragazze e ragazzi avranno dunque la possibilità di assistere a lezioni universitarie tenute dai docenti delle tre Scuole, affrontando con un approccio interdisciplinare temi di ampio respiro con l’intento di favorire il confronto, la riflessione e la scoperta di nuovi interessi per una scelta matura e consapevole degli studi universitari. Gli studenti parteciperanno anche a seminari e laboratori di ricercatori e dottorandi, e vivranno per qualche giorno quella esperienza collegiale tipica degli allievi di Normale, Sant’Anna e IUSS.

Le lezioni pavesi spazieranno dalla storia dell’arte alla realtà virtuale, dalla scienza del cervello alle nanotecnologie, dalla sostenibilità economica dello stato sociale ai big data e all'intelligenza artificiale, fino all'astrofica spaziale e alla cosmologia.

Spazio anche ai laboratori scientifici, con la visita guidata, giovedì 4 luglio, alla Fondazione Eucentre, nonché alla presentazione del concorso di ammissione previsto per accedere alle tre Scuole universitarie, che i ragazzi potrebbero tentare il prossimo anno dopo il conseguimento della maturità.

Da lunedì 1 Luglio

La settimana pavese si inaugura quindi lunedì primo luglio alle ore 15 con i saluti dei tre vertici delle istituzioni: il Rettore della Scuola IUSS, professor Michele Di Francesco; la professoressa Lucia Simonato, delegata del Direttore della Normale e la professoressa Gaetana Morgante, delegata della Rettrice della Scuola Sant’Anna. A seguire, la presentazione del corso da parte di Andrea Tiengo, professore associato di Astronomia e Astrofisica, prorettore delegato ai Corsi Ordinari e coordinatore del progetto Orientamento, e la testimonianza di Lara Magoni, campionessa di sci alpino e ora assessore al Turismo, Marketing territoriale e Moda della Regione Lombardia.

Martedì 2 luglio: prendendo spunto dal quinto centenario della morte di Leonardo Da Vinci, si parlerà di arte con la professoressa Lucia Simonato della Normale di Pisa, di realtà virtuale nei musei con Marcello Carrozzino della Scuola Sant’Anna e di scienza e arte nel cervello con la professoressa Valentina Bambini della IUSS.

Mercoledì 3 luglio: la mattinata si aprirà con una lezione sulle nanotecnologie del professor Francesco Cardarelli della Normale di Pisa, seguita da una tavola rotonda dedicata ad analizzare la sostenibilità economica dello stato sociale, con gli interventi di Stefano Moratti della IUSS, di Federico Vola dell’Istituto di Management della Sant’Anna di Pisa e di Giulio Francisci della Scuola Normale.

Giovedì 4 luglio: sarà dedicato a un tema di grande attualità, i big data e l’intelligenza artificiale, con la lezione frontale del professor Stefano Cappa e del professor Cristiano Chesi della IUSS, e la tavola rotonda con Daniele Giachini e Fabio Pacini della Sant’Anna ed Elisa Ferrari della Normale di Pisa.

Venerdì 5 luglio: le lezioni si chiuderanno con un viaggio nello spazio, insieme al professor Andrea Tiengo e a Clara Armaroli della Scuola IUSS, Debora Angeloni della Sant’Anna e Simona Gallerani della Normale di Pisa.

Sabato 6 luglio: gran finale con la consegna dei diplomi per l’anno accademico 2018-2019 e la cerimonia dedicata a Luigi Orsenigo, professore ordinario di Economia dell’Innovazione allo IUSS dal 2011 al 2018, nonché coordinatore dei corsi ordinari e coordinatore del dottorato in Economics in collaborazione con la Scuola Superiore Sant’Anna, scomparso nella primavera del 2018.

Il progetto di Luigi Orsenigo

In qualità di Delegato del Rettore per l’Orientamento nel 2015, a Luigi Orsenigo si deve l’avvio dell’attività di orientamento della IUSS di Pavia congiunta con la Scuola Sant’Anna di Pisa, poi estesa nel 2017 alla Scuola Normale, in un progetto federativo che lo ha sempre visto impegnato in primo piano. Sul piano della ricerca, Luigi Orsenigo è stato tra i più importanti studiosi a livello internazionale nel campo dell’economia dell’innovazione, della dinamica industriale e dell’“economia evolutiva”. Ha sempre creduto nella missione delle scuole universitarie superiori, mirata al miglioramento della nostra società scommettendo sui giovani e spronandoli ad essere intelligentemente critici.

A ricordarlo, nella mattinata di sabato 6 luglio, sarà l’amico Aldo Grasso, giornalista, critico televisivo e professore universitario, che nella splendida Sala del Camino di Palazzo del Broletto terrà una lezione sulla rapida evoluzione dei media e ricorderà la figura di un grande studioso e di un grande uomo.

Per maggiori dettagli sulla SOU 2019: http://www.iusspavia.it/orientamento

TORNA ALLA HOME