Cosa fare a Pavia e provincia: gli eventi del weekend (8 – 9 febbraio 2020)

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo.

Cosa fare a Pavia e provincia: gli eventi del weekend (8 – 9 febbraio 2020)
Pavia, 08 Febbraio 2020 ore 08:50

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Pavia e provincia. Ecco i nostri consigli per sabato 8 e domenica 9 febbraio 2020.

Gli eventi del weekend a Pavia

– Pavia. Sabato 8 febbraio. Kosmos, Museo di storia naturale, piazza Botta 9. Ore 21. Skeleton Night. Notte in museo per ragazzi di 8-12 anni. Un’avventura indimenticabile vi aspetta al Museo di Storia Naturale dell’Università di Pavia. Ritorna la “Notte degli Scheletri”! Se avete coraggio da vendere vi aspettiamo per trascorrere una notte davvero “spaventosa” alla scoperta di teschi strani e ossa misteriose, inseguendo uno spettro che ha una storia da raccontare. Costo: € 50,00 a bambino. Durata: dalle 21 alle 10 del giorno seguente. PRENOTAZIONI A QUESTO LINK

Pavia. Domenica 9 febbraio. Kosmos, Museo di storia naturale, piazza Botta 9. Ore 11.30 Se fossi un dinosauro. Visita-gioco per famiglie con bambini di 3-5 anni. Se fossi un dinosauro sapresti volare? Se fossi un dinosauro avresti una corazza? Se fossi un dinosauro saresti gigantesco? Osservando gli animali esposti a Kosmos sceglieremo le caratteristiche per comporre l’identikit perfetto di un vero dinosauro. Al termine il piccolo Kota vi aspetta per un selfie unico.


Ore 15. Strani crani, testi pazzeschi. Visita-gioco per famiglie con bambini di 6-11 anni. Un eccezionale allestimento permetterà a tutti i partecipanti di essere protagonisti di un’inusuale osservazione scientifica: muniti di lente e schede di determinazione si troveranno a dover studiare crani piccoli e grandi, dalle strane forme e dalle dentature più diverse. Maggiori info: Museo Kosmos

– Pavia. Sabato 8 febbraio. Libreria Feltrinelli, via XX Settembre 21. Ore 17.30. Presentazione del libro Ninna il piccolo riccio con un grande cuore di Massimo Vacchetta e Claudia Fachinetti. La Feltrinelli apre le porte a uno degli animali simbolo della nostra fauna selvatica: il riccio. Un animale “spinoso” nell’aspetto ma dal muso tenero e dal carattere temerario. Oggi il riccio europeo è sempre più in pericolo a causa dell’uomo che con i pesticidi, le barriere, le auto, la distruzione dell’habitat e i cambiamenti climatici gli rende la vita difficile. Ma c’è chi ha creato un vero e proprio ospedale per soccorrere queste creature in difficoltà: Il veterinario Massimo Vacchetta che a Novello, in Piemonte, ospita al momento circa 200 animali. Feriti, sottopeso (e quindi incapaci di sopravvivere all’inverno) e disabili sono questi gli ospiti del Centro Ricci la Ninna che lavora grazie all’aiuto di molti volontari e donazioni. Ma mentre le prime due categorie torneranno liberi in natura appena rimessi in sesto i piccoli disabili dovranno restare al centro dove verrà garantita loro la miglior vita possibile.Per raccontare la sua esperienza e portare all’attenzione del pubblico i problemi ambientali Massimo Vacchetta a scritto ben tre libri, l’ultimo dei quali con la giornalista e naturalista Claudia Fachinetti che si è laureata proprio a Pavia. Ninna il piccolo riccio con un grande cuore edito da Battello a Vapore è rivolto a un pubblico di ragazzi, ma non solo, per aiutarli a capire che occuparsi degli altri aiuta a far stare meglio anche noi. Tante storie vere si intrecciano nel romanzo mentre le appendici pratiche permettono di mettersi in primo piano nell’aiutare la natura. Casette per ricci e pipistrelli, giardini per le farfalle e hotel per gli insetti, kit di pronto soccorso e consigli su come piantare un albero, questo e molto altro per tornare a essere un po’ “giovani marmotte”.

4 foto Sfoglia la gallery

– Pavia. Sabato 8 febbraio. CineTeatro Cesare Volta, Piazzale Salvo D’Acquisto 1. Ore 15.30. La famosa invasione degli orsi in Sicilia.

Prosegue al CineTeatro Volta di Pavia GIRAVOLTA, la rassegna di cinema e teatro per famiglie organizzata dal Comune di Pavia in collaborazione con la Soc. Coop. DREAMERS. Sabato 8 sarà proiettato l’ultimo capolavoro animato da Lorenzo Mattotti “La famosa invasione degli orsi in Sicilia” presentato al Festival del Cinema di Cannes 2019. Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Dino Buzzati, racconta di Leonzio, grande re degli orsi, di suo figlio Tonio e dell’incontro/scontro col mondo degli uomini. Al termine della proiezione i bambini potranno partecipare a un laboratorio creativo ispirato al film visto insieme.

 

 

– Pavia. Sabato 1 febbraio. Spaziomusica, Via Faruffini 5. Ore 21.30. PULP! A Tarantino Night. Una party night dedicata a Quentin Tarantino! La musica dei Maleducatones in perfetto Tarantino style, la selezione del dj set di In.Visible per far ballare tutti come Vincent Vega e un menù a tema dove non mancherà il quarto di libbra con formaggio! In più proiezioni e l’invito a presentarsi in costume come omaggio ai personaggi di Tarantino: verranno premiati i migliori! Live set: The Maleducatones (garage, surf, rock’n’roll… Tarantino sound!). DjSet aftershow: In.Visible Smash Hits from 50s to 2K Spaziomusica come il Jack Rabbit Slim… are you ready to dance? Ingresso 5€ Prenotazioni al 3385901699 (SMS o WhatsApp, no chiamate) Possibilità di cenare presso il locale (apertura ore 18)

– Pavia. Fino all’8 febbraio. Biblioteca Universitaria, Corso Strada Nuova 65. Lunedì – venerdì, 8.30 – 18.30
sabato, 8.30 – 13.30. Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia. La casa editrice La Grande Illusion e la Biblioteca Universitaria di Pavia organizzano una mostra dedicata all’artista Sergio Ruzzier. La mostra in Salone Teresiano trae spunto, fin dal titolo, dall’ultimo libro pubblicato dall’autore per i tipi de La Grande Illusion, Pretesti. Pretesti (Pretexts), altro non è che una raccolta di citazioni estrapolate da sedici libri letti durante l’infanzia e l’adolescenza da Sergio Ruzzier: «Spesso quando leggevo un libro mi accadeva di distrarmi e, mentre gli occhi scorrevano sulla pagina, nella testa mi si formavano immagini e storie che poco o nulla avevano a che fare con le parole stampate.» Sedimenti che, a distanza di anni, hanno acquistato finalmente evidenza ed efficacia in occasione della mostra personale “Vita di uno strano signore” dedicatagli a Bologna dall’associazione culturale Hamelin durante la Children’s Book Fair 2018. Per questa esposizione Ruzzier realizza sedici acquerelli che divengono, in parallelo, un originale e surreale racconto “al contrario” per illustrazioni in margine ad un testo implicito e insieme un personalissimo libro d’artista, pubblicato da La Grande Illusion. Le tavole originali di Pretesti sono proposte in mostra accompagnate dai libri nella collezione dell’autore da cui sono tratte le sedici citazioni che costituiscono il testo del libro. Insieme a Pretesti in questa mostra pavese sono inoltre esposte le serie complete degli acquerelli per altre due storie di Sergio Ruzzier: Una vita d’artista e Leftovers.

– Pavia. Cinema Politeama. Corso Strada Nuova 136. Sabato 1 febbraio, ore 16:00 – 18:30 – 21:00 . Domenica 2 febbraio, ore 15:30 – 18:00 – 20:30 Judy. GENERE: Biografico, Drammatico, Musicale. REGIA: Rupert Goold. ATTORI: Renée Zellweger, Finn Wittrock, Rufus Sewell, Michael Gambon, Jessie Buckley, Bella Ramsey, Richard Cordery, Andy Nyman, Royce Pierreson, Darci Shaw, Daniel Cerqueira, Lewin Lloyd. PAESE: GRAN BRETAGNA,  2019. DURATA: 118′

Judy, film diretto da Rupert Goold, è ispirato alla poliedrica figura di Judy Garland (Renée Zellweger), attrice, cantante e ballerina statunitense, nota al grande pubblico soprattutto per l’interpretazione di Dorothy ne Il mago di Oz. Una carriera brillante iniziata in giovane età, la sua, e proseguita con grandi successi – come Incontriamoci a St. Louis ed È nata una stella – che hanno accompagnato una vita ricca di tormenti, di amori finiti male e di drammi. Siamo nel 1968 e Judy Garland, ormai esausta, è in un momento della sua carriera molto delicato: piena di debiti, senza casa e con una voce indebolita dagli anni. L’unica cosa che la spinge ancora a sorridere sono i suoi figli, Lorna (Bella Ramsey) e Joey (Lewin Lloyd), nonostante la cantante e suo marito siano in lotta per la loro custodia. Judy li vuole accanto a sé sempre, anche durante i viaggi di lavoro, perché loro sono la sua forza. Le cose sembrano prendere una direzione giusta almeno dal punto di vista sentimentale, quando a una festa hollywoodiana la star incontra l’uomo d’affari Mickey Deans (Finn Wittrock), con il quale c’è feeling sin da subito. Il problema fondamentale intorno al quale ruota la sua vita è il bisogno di denaro per sanare i suoi debiti e, dopo aver compreso che gli Stati Uniti non hanno più nulla da offrirle, Judy decide di volare a Londra, dove ha ancora un numeroso seguito. Si distacca a malincuore da Lorna e Joey e stipula un contratto con Bernard Delfont (Michael Gambon) per esibirsi nel suo celebre nightclub, The Talk of the Town, per 5 settimane. Ma le prove la innervosiscono e la lontananza dei figli non fa che acuire questo il suo stato di agitazione, non permettendole di dormire. La sera dell’esordio londinese, Judy viene rivenuta da Rosalynd Wilder (Jessie Buckley), incaricata di occuparsi di lei, insonne e imbottita di sedativi, ma riesce a esibirsi lo stesso e a riprendersi grazie all’affetto dei suoi fan. Seguono performance tra alti e bassi, proprio come la sua esistenza, mentre tramite ricordi e flashback, la Garland riporta la memoria a trent’anni prima, quando all’apice del successo, una sedicenne Judy doveva subire il controllo della sua vita da parte dei manager. In questa strada piena di ostacoli, che il destino le ha messo davanti, la star riuscirà a superare i suoi conflitti interiori e ritornare a sorridere?

Pavia. Fino al 29 marzo 2020. Castello Visconteo. Oltre lo sguardo. Antonello da Messina a Pavia. Dopo un anno, Il Ritratto d’uomo Malaspina di Antonello da Messina torna a Pavia, al Castello Visconteo. L’opera-icona dei Musei Civici pavesi rientra accompagnata da un altro grande capolavoro del Maestro messinese: Il Ritratto d’uomo – che Vincenzo Consolo trasformò, in chiave letteraria, nell’Ignoto Marinaio –  del Museo della Fondazione Mandralisca di Cefalù. L’esposizione del Castello Visconteo si intitola “Oltre lo sguardo. Volti e ritratti nella pittura italiana tra Quattro e Cinquecento. Antonello da Messina a Pavia”. «La mostra – illustra l’assessore alla Cultura del Comune di Pavia, Mariangela Singali Calisti – intende evidenziare un importante percorso attorno all’evoluzione del ritratto nell’epoca tra Quattrocento e Cinquecento, affrontato dal professor Carlo Giovanni Federico Villa già curatore della grande mostra dedicata al messinese a Palazzo Reale di Milano. Da semplice ritrattistica, quale era fino a quel momento, a espressione introspettiva dell’animo umano”. PER MAGGIORI INFO, ORARI E COSTO BIGLIETTI CLICCA QUI

Pavia. Fino al 29 marzo 2020. Looking for Monna Lisa. Una mostra diffusa e immersiva, a cura di Valerio Dehò, in scena nelle più importanti sedi dedicate all’arte di Pavia, che celebra il quinto centenario della morte di Leonardo da Vinci e approfondisce il legame del genio fiorentino con la città e indaga sui misteri e sulle leggende che riguardano la celebre figura della Monna Lisa. MAGGIORI INFO>> “Looking for Monna Lisa”: misteri e ironie attorno alla più celebre icona pop

Pavia. Fino al 29 febbraio 2020. Museo di Archeologia dell’Università di Pavia. Tomoko Nagao L’arte di Tomoko è nota per la contaminazione di passato e presente e per la singolare rivisitazione dei capolavori dell’arte occidentale in chiave Pop. L’artista giapponese si appropria delle icone e dei miti popolari della storia dell’ arte rivisitandoli, con gusto tra l’ironia e la satira, nel linguaggio tipico delle Anime e dei fumetti: da Caravaggio a Leonardo da Vinci, da Botticelli a Tiziano, a Velasquez, dalla scuola di Fontainebleau a Delacroix. LEGGI DI PIU’ >> “Leonardo reimagined”: l’artista Tomoko Nagao rivisita Leonardo da Vinci

Tomoko Nagao, Gioconda, 2019, olio su tela, 120 x 80 cm

In provincia

Broni. Fino a domenica 16 febbraio 2020. Piazza Garibaldi. Pista di pattinaggio su ghiaccio. Inaugurazione Struttura aperta dal lunedì al giovedì dalle 15 alle 20, il venerdì negli stessi orari e ancora dalle 21 alle 23, il sabato e la domenica, oltre al pomeriggio e alla sera, anche la mattina dalle 10 alle 12. MAGGIORI INFO QUI

Monteveneroso. Domenica 9 febbraio 2020. PolentArte 2020. La polentata in piazza, qui a Monteveneroso in Oltrepò Pavese è una tradizione secolare! Chi viene a trovarci quassù, di solito apprezza quell’atmosfera semplice, calda e accogliente, tipica delle feste contadine del passato, con momenti di autentica allegria. Protagonista quindi la polenta (polenta stravaccata) che sarà servita a offerta con: salamini da cotta, frittura, gorgonzola, un “artistico” spezzatino e naturalmente i vini rossi dei produttori locali, interpreti di una viticoltura a tratti “eroica”, tra cui spicca il “potente” Buttafuoco. Contemporaneamente i numerosi artisti della zona (pittori, scultori, scrittori, ecc.) allestiranno una mostra delle loro creazioni presso il Circolo Ricreativo. Non mancheranno le bancarelle di prodotti gastronomici del territorio, la musica dal vivo ed il gioco sempreverde della “pentolaccia”. La prima polenta sarà pronta alle ore 12:30, mentre la seconda entro le ore 15.

Vigevano. Sabato 8 febbraio. Anteprima Vigevano in Love. Vigevano in Love 2020 racconta 90 anni d’amore di Topolino e Minnie, per l’occasione ospiti a Vigevano con una mostra che narra un tenero legame attraverso le tavole del disegnatore Disney Claudio Sciarrone. Sabato 8 febbraio la Banda Musicale Santa Cecilia in corteo con Topolino e Minnie sfilerà portandoci in musica all’inaugurazione della Mostra “Topolino e Minnie: 90 anni in Love” presso l’Infopoint – store (Maschio del Castello Sforzesco).  La mostra continuerà poi in Centro Storico presso i negozi del circuito Vigevano in Love. L’esposizione sarà visitabile fino a domenica 16 febbraio. Ingresso libero. MAGGIORI INFO QUI

Voghera. Domenica 9 febbraio. Museo Storico G. Beccari, via Gramsci 1. Ore 17. Concerto per Beethoven. Al via i Pomeriggi Musicali al Museo. Due gli appuntamenti in calendario tra i mesi di febbraio e marzo 2020 organizzati dall’associazione Alia Musica con il contributo della Fondazione Comunitaria della provincia di Pavia-Fondazione Cariplo, del comune di Voghera e il sostegno del Fondo Morosini e ospitati presso la sede del Museo Storico “G. Beccari”, in via Gramsci. Domenica, il concerto interamente dedicato a Beethoven, di cui si festeggia quest’anno il 250° anniversario della morte, inaugura la breve rassegna. In scena il Gruppo Fiati Musica Aperta, fondato nel 1976 da Pieralberto Cattaneo, che ha preso parte a importanti stagioni concertistiche italiane e si è fatto apprezzare in numerose tournées in Austria, Belgio, Croazia, Francia, Germania, Jugoslavia, Malta, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, USA, Brasile. Ha registrato un LP di musiche inedite sacre e da camera di G. Donizetti e G.S. Mayr. Opera anche nel campo della musica contemporanea, con prime esecuzioni assolute in concerti più volte trasmessi da RadioTre e dalle Radio tedesche e in due CD incisi per la TGE. Il programma prevede interessantissime trascrizioni per gruppo di fiati e contrabbasso della Sinfonia n°7 op. 92, dell’Egmont, Ouverture op. 84 (composta da Fr. Starke); della Marcia alla turca op. 113 n°4 da “Le rovine di Atene” e di estratti da Wellingtons Sieg op. 91.  Il successivo appuntamento dei Pomeriggi Musicali al Museo è programmato per domenica 8 Marzo, sempre alle 17, con il Concerto “InCanti di donna” La figura femminile nell’immaginario dei compositori attraverso tre secoli di musica con due interpreti d’eccezione SUSANNA RIGACCI soprano e IVANA FRANCISCI pianoforte.
Il soprano Susanna Rigacci, che da vent’anni interpreta nei concerti e nelle incisioni la musica di Ennio Morricone, riceverà il 5 marzo a Modena il primo ‘Buk Film Festival Award’, nella serata inaugurale del primo festival dedicato a cinema e letteratura. Il riconoscimento le è stato attribuito «per aver mirabilmente congiunto la voce alle note e alle immagini di pellicole che hanno fatto la storia del cinema contemporaneo». La cittadinanza è invitata.

Per le vostre segnalazioni scrivete a redazione@primapavia.it, oggetto “eventi weekend”. Ricordiamo che gli eventi possono essere pubblicati direttamente anche sul nostro gruppo Facebook Pavia e Provincia Eventi & News

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia