Vigevano: arrestato “Maradona”, pusher della stazione e del ponte della Giacchetta

Nascondeva lo stupefacente in via Bercleda.

Vigevano: arrestato “Maradona”, pusher della stazione e del ponte della Giacchetta
Vigevano, 08 Febbraio 2020 ore 16:31

Nella giornata di ieri, venerdì 7 febbraio 2020, personale del nucleo operativo della polizia locale di Vigevano, ha arrestato per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, T.S., tunisino di anni 51, senza fissa dimora e conosciuto ai più con il soprannome di “Maradona”.

Già sotto controllo

T.S., con precedenti specifici e già arrestato dalla Polizia Locale nel 2016 per il medesimo reato, era da tempo attenzionato dagli agenti di Via San Giacomo. Lo stesso era solito fare la spola in bici da Via Bercleda, dove nascondeva lo stupefacente, ad alcune zone della città, in particolare la stazione ferroviaria e il ponte della Giacchetta, dove vendeva hashish ai suoi clienti.

Sorpreso a vendere hashish

Ieri pomeriggio, intorno alle 15, a seguito di uno stretto pedinamento, è stato sorpreso cedere due stecche di hashish del peso di 3 grammi in cambio di 20 euro a due giovani, uno dei quali residente a Milano. I due clienti hanno cercato di liberarsi della droga gettandola lungo i binari della stazione ferroviaria. Allo stesso modo, T.S., al momento del controllo, ha tentato di liberarsi di due stecche di hashish del peso di 3 grammi gettandole a terra sotto un veicolo parcheggiato. L’hashish è stata poi recuperata grazie all’intervento dell’unità cinofila antidroga in dotazione a questo Comando.

Le stecche di hashish

I due equipaggi del nucleo operativo hanno poi proceduto all’ispezione di via Bercleda dove grazie al fiuto del cane antidroga, sono state individuate altre 10 stecche di hashish del peso di 20 grammi, che erano nascoste tra il fogliame e coperte da una pagina di giornale e avvolte in una pellicola trasparente.

Sulla persona del T.S. è stato trovato anche denaro contante per un importo di euro 130 in banconote di piccolo taglio, ritenuto provento dell’attività illecita.

Arrestato

Il Tunisino, è stato trattenuto la notte nelle camere di sicurezza del Comando di Via San Giacomo in attesa dell’udienza di convalida fissata per la giornata odierna.  Il giudice ha convalidato l’arresto e ha disposto la misura cautelare del divieto di dimora in tutto il territorio della provincia di Pavia. L’avvocato ha chiesto i termini a difesa e l’udienza è stata fissata per il prossimo 19 Marzo.

Visto il modus operandi e le modalità di occultamento della sostanza, si stima che il tunisino vendesse circa 20 grammi di hashish al giorno ad un prezzo di 10 euro al grammo circa.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Pavia e Provincia Eventi & News

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale di Pavia (clicca “Mi piace” o “Segui” e imposta le notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia)

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia