PRENOTAZIONI ON LINE

Università di Pavia: biblioteche chiuse ma libri a disposizione, col prestito “contactless”

Si prenota online e si ritira in luoghi specifici senza personale. Previsto anche un servizio di spedizione postale.

Università di Pavia: biblioteche chiuse ma libri a disposizione, col prestito “contactless”
Pavia, 13 Marzo 2020 ore 16:51

Coronavirus: biblioteche chiuse ma libri aperti all’Università di Pavia. L’ateneo lombardo sperimenta un servizio di prestito “contactless”. Si prenota online e si ritira in luoghi specifici senza personale. Previsto anche un servizio di spedizione postale.

Università di Pavia: biblioteche chiuse ma libri a disposizione

“Distanti, ma vicini” è il motto a cui l’Università di Pavia si sta ispirando in queste settimane di emergenza. Dopo i corsi in podcast e in streaming e le prime lauree online d’Italia aperte anche ai parenti, un altro servizio unico a livello nazionale. Si tratta della possibilità di avere libri in prestito dalle biblioteche di Ateneo, pur chiuse al pubblico, in modalità “contactless”, cioè senza diretti rapporti con il personale. Si ordina online, si ritira in punti sicuri, prevalentemente le portinerie delle varie biblioteche, si restituisce tramite un “box” allestito nel palazzo centrale dell’Università.

Poiché le Biblioteche dell’Università di Pavia sono chiuse al pubblico fino al 3 aprile 2020 – in ottemperanza alle disposizioni del DPCM 9 marzo 2020 per il contenimento dell’emergenza da COVID-19 – hanno stilato un piano straordinario per l’erogazione di alcuni servizi di base, per mettere a disposizione le loro raccolte anche in assenza di contatto diretto tra il personale e gli utenti.

Prestito in modalità “contactless”

Si tratta di una prima sperimentazione sull’erogazione di servizi bibliotecari in modalità ‘contactless’, compatibilmente con la disponibilità di personale e nel rispetto dell’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio, quello dell’11 marzo 2020. Considerati i tempi stretti con cui il piano è stato elaborato non sono da escludere quindi possibili disguidi.

Il piano infatti è stato concepito in una situazione di emergenza, in accordo con i decreti del Governo, con le indicazioni ministeriali e prefettizie, con le direttive impartite dal Magnifico Rettore e dal Direttore Generale dell’Università.

Come funziona

Per l’intera durata dell’emergenza gli utenti, se lo riterranno assolutamente necessario, potranno usufruire del servizio di prestito locale, prenotando il materiale tramite la piattaforma online Fluxus  all’indirizzo: prestito.unipv.it.

Il servizio sarà eccezionalmente esteso anche a materiale librario normalmente in sola consultazione, con il consenso dei responsabili delle Biblioteche.

Il materiale potrà essere ritirato, dopo aver ricevuto l’e-mail di conferma della disponibilità, presso alcuni punti delle biblioteche appositamente segnalati e senza la mediazione del personale normalmente addetto al front office, nel pieno rispetto delle vigenti disposizioni sanitarie.

La restituzione dei libri, ove possibile in periodo di emergenza, potrà avvenire depositando i volumi nel BOX allestito presso la Portineria di Palazzo Centrale dell’Università (Strada Nuova 65 – Pavia).

Sarà eccezionalmente attivo, infine, un servizio di prestito librario a domicilio, tramite corriere, destinato in particolar modo agli studenti non residenti a Pavia. In questo caso, dopo la prenotazione online occorrerà contattare la biblioteca segnalando il proprio recapito postale. Non è da escludere la possibilità (tutt’altro che remota) che la spedizione non vada a buon fine o che subisca ritardi anche importanti, in considerazione generale del depotenziamento dei servizi postali. E naturalmente, tutta la sperimentazione potrà subire modifiche in base all’evolversi della situazione e coerentemente con eventuali nuove disposizioni emanate dagli organi competenti.

Un dovere etico

Il professor Cesare Zizza, Delegato del Rettore alle Biblioteche, afferma: «Abbiamo sentito il dovere etico e morale di predisporre un piano straordinario di servizi bibliotecari contactless per far sentire la nostra presenza, sia pure a distanza, a docenti e studenti. Abbiamo lavorato intensamente in sinergia con la governance, con la dirigenza e con tutto il personale delle Biblioteche per riuscire a garantire alcuni servizi e a potenziarne straordinariamente altri. Pur consapevoli delle difficoltà che si potranno registrare, non ci siamo lasciati scoraggiare: noi ci proviamo, con convinzione e spirito di servizio nei confronti della comunità accademica tutta.

Questa sperimentazione è un ulteriore passo in avanti compiuto dal nostro Ateneo per fornire un supporto alla formazione, alla ricerca e alla didattica in questo momento delicato e difficile.

La prima regola – lo sappiamo – è il rispetto dei decreti e delle indicazioni di prudenza che sono a tutti noti; ma, ove è possibile, cerchiamo di offrire servizi che permettano alla nostra comunità di sentirsi unita, attiva e proattiva».

L’ingegner Lorenzo Duico, Dirigente dell’Area Beni Culturali dell’Ateneo, dichiara: «Ringrazio tutto il personale per la disponibilità dimostrata nell’occasione. La prima preoccupazione, mia, del capo servizio e dei responsabili delle biblioteche è la salvaguardia sanitaria del nostro personale e in questa direzione abbiamo organizzato i servizi. La nostra seconda preoccupazione, altrettanto importante, è riuscire, pur nella difficoltà di questo periodo, a fornire un servizio bibliotecario ai nostri utenti alternativo e complementare a quello tradizionale».

Un’ultima notazione: il Sistema Bibliotecario di Ateneo offre comunque la possibilità di consultare un vasto pacchetto di banche-dati, riviste e libri in formato elettronico tramite connessione da fuori Ateneo: http://biblioteche.unipv.it/home/servizi/connessione-da-fuori-ateneo

Punti di ritiro e informazioni

Nello specifico, i punti di ritiro individuati per le singole biblioteche sono i seguenti:

  • Biblioteca delle Scienze – Biblioteca della Scienza e della Tecnica: Atrio di accesso al Polo Didattico della “Nave”, Via Ferrata, 1
  • Biblioteca di Area Medica: Atrio di accesso alla Biblioteca, Policlinico San Matteo, Palazzina Cliniche Chirurgiche (Padiglione 2, primo piano), Piazzale Golgi, 2
  • Biblioteca di Economia: Portineria del Dipartimento di Economia, Via San Felice, 5
  • Biblioteca di Giurisprudenza – Biblioteca di Scienze Politiche e Sociali: Portineria di Palazzo Centrale, Strada Nuova, 65
  • Biblioteca di Studi Umanistici: Portineria di Palazzo San Tommaso, Piazza del Lino, 1

L’utente potrà disporre anche di un servizio di assistenza informativa da remoto, tramite collegamenti telefonici, e-mail e Skype; per usufruirne è necessario contattare le singole biblioteche dell’Ateneo, i cui recapiti sono rinvenibili all’indirizzo http://biblioteche.unipv.it/home/biblioteche. Nella fattispecie, il servizio potrà essere richiesto su appuntamento ai seguenti recapiti e-mail delle singole biblioteche:

Continueranno ad essere disponibili, inoltre, i servizi di prestito interbibliotecario e di fornitura di documenti in formato .pdf. Quest’ultimo servizio verrà esteso straordinariamente anche a materiale posseduto dalle stesse biblioteche dell’Ateneo, previo nullaosta dei relativi Responsabili e nel rispetto delle vigenti norme sul diritto d’autore (Legge 22 aprile 1941 n. 633 e s.m.i.).

Per ulteriori aggiornamenti e più puntuali informazioni sulle modalità di erogazione dei servizi nelle singole biblioteche si può consultare regolarmente il sito web del Sistema Bibliotecario di Ateneo, all’indirizzo http://biblioteche.unipv.it/.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Pavia e Provincia Eventi & News

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale prima Pavia (clicca “Mi piace” o “Segui” e imposta le notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia)

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia