ASST Pavia

Unificazione dei reparti di Riabilitazione Pneumologica all’Ospedale “Carlo Mira” di Casorate Primo

In totale 18 posti letto divisi in 9 di Riabilitazione Specialistica e 9 di Riabilitazione Generale Geriatrica.

Unificazione dei reparti di Riabilitazione Pneumologica all’Ospedale “Carlo Mira” di Casorate Primo
Pavese, 15 Settembre 2020 ore 15:02

Unificazione dei reparti di Riabilitazione all’Ospedale “Carlo Mira” di Casorate Primo: in totale 18 posti letto divisi in Riabilitazione Specialistica e Riabilitazione Generale Geriatrica.

Unificazione dei reparti di Riabilitazione all’Ospedale “Carlo Mira” di Casorate Primo

ASST Pavia comunica che, a far data da venerdì 11 settembre 2020, si è proceduto all‘unificazione delle due U.O. di Riabilitazione di Casorate Primo, presso la U.O. Riabilitazione Pneumologia, con n. 18 posti letto totali, suddivisi come segue:

  • 9 letti di Riabilitazione Specialistica
  • 9 letti di Riabilitazione Generale Geriatrica

La Riabilitazione Specialistica Pneumologica

L’Unità Operativa di Riabilitazione Specialistica Pneumologica, gestita da Kos Care s.r.l., è rivolta al trattamento di pazienti affetti da patologie dell’Apparato Respiratorio (broncopneumopatia cronica ostruttiva [BPCO], fibrosi polmonare, interstiziopatie polmonari, enfisema polmonare, insufficienza respiratoria cronica, bronchiectasie, asma bronchiale, sindrome per le apnee del sonno [OSAS]) e, in generale, da tutte le patologie caratterizzate da una compromissione della funzione respiratoria.

Obiettivo principale dei programmi di riabilitazione è di riportare i pazienti al più alto livello possibile della loro capacità funzionale, aumentandone l’autonomia, attraverso un intervento basato sull’evidenza, multidisciplinare e globale, per soggetti che siano sintomatici e che abbiano una riduzione delle loro attività di vita quotidiana. Tale obiettivo viene raggiunto aiutandoli a diventare fisicamente più attivi, a conoscere meglio la propria malattia e usare correttamente la terapia farmacologica.

Componenti principali del programma riabilitativo sono: la valutazione clinica del paziente, l’ottimizzazione della terapia, l’intervento nutrizionale, il supporto psicosociale, l’intervento educazionale, la fisiokinesiterapia, l’allenamento all’esercizio fisico e l’avviamento, dove necessario, all’ossigenoterapia e alla ventiloterapia domiciliare, con un miglioramento della qualità di vita percepita. L’attività viene svolta prevalentemente in regime di ricovero. Per i pazienti con minor compromissione, è possibile accedere quotidianamente al trattamento riabilitativo in Macroattività Ambulatoriale Complessa (M.A.C.).

Riabilitazione Generale Geriatrica

L’Unità Operativa di Riabilitazione Generale Geriatrica, gestita sempre da Kos Care s.r.l., si occupa della disabilità e fragilità dell’ammalato anziano e non, che in seguito ad una patologia acuta si trova limitato nella sua autonomia funzionale di vita quotidiana, con interventi finalizzati a restituire una migliore qualità di vita.

Gli interventi riabilitativi sono indirizzati nella fase di consolidamento della disabilità da pregresso evento (evento indice) e quando le condizioni generali del paziente e la prognosi degli esiti della menomazione controindicano un intervento riabilitativo intenso e settoriale; nella presenza di recidive dell’evento indice con ridotta probabilità di recupero funzionale; in seguito a trasferimento da unità operativa di riabilitazione specialistica per la continuazione del progetto riabilitativo individuale (P.R.I.) e nell’età geriatrica in concomitanza di pluripatologie a rischio di riacutizzazione (instabilità).

L’attività riabilitativa mira al raggiungimento di livelli ottimali di recupero funzionale e dell’autonomia e, ove questo non sia possibile per le condizioni intrinseche delle patologie in essere, cerca di assicurare al paziente uno stato soddisfacente, sia fisico che della vita di relazione. Nella Unità Operativa è presente una palestra dove i degenti sono sottoposti a cicli di fisiokinesiterapia, sia al mattino che al pomeriggio.

Sopravvissuto al Covid scrive a Berlusconi: “Dimesso dopo 9 giorni? Io, davvero grave, dopo 38…”

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia