SEGNALI POSITIVI

“Sono a Lodi?”: le prime parole del “paziente 1” dopo il risveglio al San Matteo

Poche parole dette a fatica, ma che fanno ben sperare.

“Sono a Lodi?”: le prime parole del “paziente 1” dopo il risveglio al San Matteo
Cronaca Pavia, 12 Marzo 2020 ore 10:39

Sta definitivamente migliorando, dopo essere stato “stubato” giorni fa, il "paziente 1". Ieri Mattia si è svegliato ed è riuscito a parlare dopo settimane passate in terapia intensiva. Le sue prime parole sono state “Sono a Lodi?”

Il risveglio del paziente 1

Come riporta primaLodi.it, il 38enne di Castiglione d’Adda si trova ancora ricoverato al San Matteo di Pavia, dove per più di due settimane è stato tenuto sotto osservazione in terapia intensiva senza riuscire neanche a respirare autonomamente. Da qualche giorno è stato trasportato dalla terapia intensiva a quella sub intensiva, riuscendo finalmente a respirare da solo. E ieri, sono arrivate anche le sue “prime” parole: "Sono a Lodi?". Parole che hanno fatto tirare un sospiro di sollievo a tutta l’Italia, che tifa per lui.

La moglie lo aspetta a casa

Qualche giorno fa, anche la moglie di Mattia, che è quasi al termine della propria gravidanza, è tornata a casa dopo giorni di ricovero all’ospedale Sacco di Milano. La giovane era stata ricoverata in quanto risultata positiva al Coronavirus, seppur non abbia mai manifestato i sintomi della malattia. Ora lei e la futura nascitura aspettano che il papà Mattia si riprenda e possa tornare a casa.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Pavia e Provincia Eventi & News

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale prima Pavia (clicca "Mi piace" o "Segui" e imposta le notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia)

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE