Come comportarsi

Sintomi Covid? “Non affollate i Pronto Soccorso ma chiamate il Medico di famiglia”

Il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica invita a seguire il protocollo per non portare al collasso i presidi ospedalieri.

Sintomi Covid? “Non affollate i Pronto Soccorso ma chiamate il Medico di famiglia”
Pavia, 28 Ottobre 2020 ore 18:45

Come comportarsi ai primi sintomi Covid? Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica invita a contattare il Medico di famiglia senza affollare i Pronto Soccorso per non portare al collasso i presidi ospedalieri.

L’incontro del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

Si è tenuto in data odierna un incontro in videoconferenza del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, sull’andamento dei contagi negli ultimi giorni. Alla riunione hanno partecipato, oltre al Prefetto ed ai vertici delle Forze dell’Ordine, il Presidente della Provincia, il Direttore Generale dell’ATS, il Direttore Generale di ASST, il Prof. Raffaele Bruno Direttore Clinica Malattie Infettive Policlinico San Matteo ed i Sindaci dei Comuni di Pavia, Vigevano, Voghera, Mortara, Belgioioso, Cava Manara e Certosa di Pavia.

L’incremento dei contagi

Dall’incontro è emersa una diffusa preoccupazione per l’incremento dei contagi nella provincia di Pavia, solo nella giornata di oggi sono risultati 298 positivi al tampone. In particolare i rappresentanti della componente sanitaria, hanno evidenziato che i numerosi accessi ai Pronto Soccorso dei locali Ospedali, da parte dei cittadini con sintomatologia clinica sospetta per Coronavirus, aggravano l’attività nelle strutture sanitarie.

Pertanto, è stata condivisa, nel corso del Comitato, l’importanza di una corretta informazione sui protocolli da seguire in presenza di sintomi riconducibili al Covid-19.

Come comportarsi

Nella prima fase della diagnosi, ovvero alla comparsa dei primi sintomi (febbre, mal di testa, dolori articolari) è stato ritenuto fondamentale contattare il Medico di famiglia per una prima valutazione dello stato di salute del paziente e dare le opportune indicazioni per la terapia.

Nel caso in cui il medico valutasse la necessità di una visita domiciliare può attivare le USCA (le Unità Sanitarie di Comunità Assistenziale) che, da questa settimana, sono attive 7 giorni su 7 (compreso sabato e domenica) e che saranno ulteriormente potenziate nella prossima settimana. Le USCA sono in grado di effettuare il tampone, l’ecografia polmonare, l’ossimetria e le visite per le persone a domicilio.

Questa prima misura è fondamentale per evitare sovraffollamento dei Pronto Soccorso, che potrebbero diventare un ulteriore fattore di rischio per la diffusione del virus.

E’ in fase di preparazione un vademecum di gestione clinica, a cura di ATS con la collaborazione della Clinica Malattie Infettive ed il Pronto Soccorso del Policlinico San Matteo di Pavia, che sarà distribuito ai Medici di Medicina Generale.

Per tutte le informazioni è possibile accedere al sito di ATS Pavia oppure accedere al Call Center Covid di ATS Pavia al numero 0382.4311 (tasto 3).

LEGGI ANCHE

Pronto Soccorso presi d’assalto: com’è la situazione in provincia di Pavia?

TI POTREBBE INTERESSARE

Covid. Quarantena, isolamento e riammissione in comunità: le (nuove) indicazioni da seguire

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia