Vigevano

Scoperti mentre frugavano in una borsetta tentano la fuga, denunciati due giovani

La refurtiva è stata restituita alla proprietaria.

Scoperti mentre frugavano in una borsetta tentano la fuga, denunciati due giovani
Vigevano, 13 Agosto 2020 ore 16:12

La Polizia di Stato ha denunciato per furto in abitazione in concorso due cittadini tunisini, privi di stabile occupazione, A.D., 26enne, domiciliato a Vigevano e M.G., 31enne, senza fissa dimora.

Scoperti mentre frugavano in una borsetta da donna

Nel pomeriggio del 28 luglio 2020, gli operatori della Squadra Volante del Commissariato di P.S. di Vigevano, mentre perlustravano una via periferica della città, hanno notato due giovani che, nascosti tra la vegetazione di un piccolo giardino pubblico, stavano rovistando all’interno di una borsetta da donna. I due soggetti, accortisi della presenza dei poliziotti, si sono subito dati alla fuga in direzioni opposte.
Gli operanti sono riusciti a bloccarne uno, segnalando la fuga del complice alle pattuglie delle altre Forze di Polizia impegnate nel controllo del territorio.

Recuperati dagli Agenti

Gli agenti sono riusciti inoltre a recuperare la borsa al cui interno vi erano i documenti della proprietaria, una donna 58enne di Vigevano cittadina italiana la quale, convocata in Commissariato, presentava formale denuncia di furto perpetrato poco prima presso la propria abitazione sita nelle vicinanze del luogo in cui erano stati sorpresi i due ladri. La vittima, in sede di denuncia rappresentava che la borsa, compendio di furto, prima della consumazione del reato, era appoggiata sulla scrivania del suo studio, sito al primo piano della predetta palazzina.

Restituita la refurtiva

Alla donna veniva restituita l’intera refurtiva. Successivamente si apprendeva dalla Compagnia Carabinieri di Vigevano dell’avvenuto controllo di un nordafricano sospettato di aver commesso furti in abitazione.
Personale del Commissariato nell’ambito di attività di indagine ricostruiva compiutamente la vicenda, attribuendo a tale soggetto la corresponsabilità del furto occorso il 28 luglio. In esito a tali attività, A.D e M.G. venivano deferiti all’Autorità Giudiziaria.

LEGGI ANCHE: Prostituta uccisa nel 2006, Casarin dal carcere: “Sono innocente”

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia