Cronaca
Muore in ospedale

Schianto con la mamma: dopo una settimana dichiarata la morte cerebrale per il figlio di 7 anni

La famiglia abitava a Ceranova: ora la mamma è indagata per omicidio colposo.

Schianto con la mamma: dopo una settimana dichiarata la morte cerebrale per il figlio di 7 anni
Cronaca Pavese, 03 Febbraio 2022 ore 11:47

Incidente con la mamma sulla ss412 a Locale Triulzi: come racconta il GiornaledeiNavigli, è stata dichiarata le morte cerebrale per il bambino di 7 anni che abitava a Ceranova. La madre indagata per omicidio colposo.

Schianto con la mamma: dichiarata morte cerebrale per il bambino di 7 anni

Ci hanno provato in tutti i modi. Prima i soccorritori, poi il personale medico, gli specialisti che lo hanno sottoposto a un delicato intervento chirurgico per provare a salvargli la vita. Ma le ferite riportate erano troppo gravi, il cuore del bambino di 7 anni coinvolto in un incidente il 26 gennaio ha smesso di battere e non c’è stata più speranza di salvargli la vita.

Dichiarata la morte cerebrale per il piccolo

Martedì pomeriggio, è stata, infatti, dichiarata la morte cerebrale di Natan Pisano, che era ricoverato in ospedale da una settimana. Le indagini affidate alla polizia locale di Locate Triulzi parlano di un sorpasso azzardato, un’invasione di corsia per circostanze ancora da chiarire. A effettuare la manovra pericolosa, secondo i rilievi degli agenti, sarebbe stata proprio la mamma del bambino che lungo la ss412 si è scontrata contro un’altra auto, con a bordo una donna di 41 anni e la figlia di 10, e la vettura di un 60enne.

Indagata per omicidio colposo

Tutti e tre, per fortuna, non sono in pericolo di vita e le loro condizioni migliorano. La mamma di Natan, invece, è uscita illesa dal violentissimo impatto. La 40enne è ora accusata di omicidio colposo. Un atto dovuto per poter procedere con gli accertamenti e l'autopsia sul corpo del piccolo.

Un lutto gravissimo che colpisce due comunità, Ceranova, dove la famiglia risiedeva, e Landriano, dove il bambino frequentava la scuola primaria.

Le indagini della polizia locale sono ancora in corso per chiarire il motivo della manovra pericolosa. Esclusa, almeno per ora, l’ipotesi del malore alla guida.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter