Rapina a Colico: la figlia picchiata con un piede di porco è stata dimessa

Per lei 20 giorni di prognosi. Intanto proseguono le indagini per individuare i due rapinatori.

Rapina a Colico: la figlia picchiata con un piede di porco è stata dimessa
Pavia, 12 Gennaio 2019 ore 09:44

Rapina a Colico: la figlia picchiata con un piede di porco è stata dimessa. Per lei 20 giorni di prognosi. Intanto proseguono le indagini per individuare i due rapinatori.

Rapina a Colico: la figlia picchiata con un piede di porco è stata dimessa

E’ stata dimessa Anna Maria Bettiga, 52 anni, vittima insieme al padre Bernardo di una violenta rapina avvenuta nella loro abitazione di Colico, giovedì 10 gennaio.

LEGGI ANCHE: Colico sotto choc: ecco chi sono le vittime FOTO

Come raccontano i nostri colleghi del GiornalediLecco.it la donna, che abita accanto all’abitazione del padre in via Posallo, è stata aggredita con violenza inaudita da due malviventi, incappucciati. Era intervenuta per difendere il padre che nel frattempo era stato picchiato selvaggiamente, legato a una sedia e imbavagliato. Ma lei stessa è stata colpita, pare con un piede di porco, riportando ferite alla testa e a una spalla guaribili, secondo i medici, in una ventina di giorni.

Rapina dell’orrore: “Servono più forze dell’ordine a Colico”. E’ CACCIA AI BANDITI

Irruzione con le armi spianate

I rapinatori cercavano soldi ma non hanno trovato nulla a parte le chiavi della Fiat Panda della 52enne, che hanno poi utilizzato per scappare. Una rapina sicuramente progettata nel dettaglio, visto che i due malviventi avevano con loro tutto l’occorrente, compresa una pistola giocattolo, le fascette per legare le vittime, i passamontagna, ma non i guanti.

E forse proprio la mancanza dei guanti potrebbe portare gli inquirenti ad una svolta. Le indagini sono in corso e il cerchio si sta stringendo. Le forze dell’ordine hanno infatti raccolto elementi utili a partire dal fatto che i banditi parlavano italiano.

Non scemano la rabbia e la preoccupazione

Il caso ovviamente ha creato sgomento in paese e suscitato rabbia e preoccupazione. Anche diversi esponenti politici hanno commentato l’accaduto, come Daniela Santanchè, senatrice di Fratelli d’Italia: “Alle bestie va garantita la punizione più severa. Alle vittime massacrate in casa loro va invece garantita la certezza della pena, la giustizia”.

LEGGI DI PIU’ : Rapina dell’orrore a Colico, Santanchè: “Alle bestie va garantita la punizione più severa”

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia