Cronaca
Arrestato 44enne

Prende la caparra e consegna le chiavi... ma la porta dell'appartamento non si apre

La casa presa in affitto online a Mortara, ad un prezzo vantaggioso, si rivela una truffa.

Prende la caparra e consegna le chiavi... ma la porta dell'appartamento non si apre
Cronaca Lomellina, 27 Ottobre 2021 ore 13:26

Arrestato pregiudicato italiano 44enne di Mortara per truffa ai danni di locataria di appartamento

Arrestato 44enne

Il 26 ottobre 2021, la Stazione Carabinieri di Mortara ha tratto in arresto per truffa in flagranza A.B.D., residente a Mortara, 44 anni, operaio, con precedenti specifici.

La casa venduta online

I militari della Stazione già dal mese di settembre avevano avuto alcune denunce/segnalazioni da cittadini che avevano cercato on-line casa in affitto ed avevano trovato l’offerta di un appartamento in via Marianini a Mortara a prezzi vantaggiosi.

Le caparre

Il locatore ogni volta dava appuntamento alle vittime presso l’appartamento, già ammobiliato, da locare, e si faceva consegnare in contanti, come caparra, somme di denaro da 50 fino a 850 euro. Dopo di che consegnava un mazzo di chiavi che non erano però in grado di aprire né la serratura dell’appartamento né quella del cancello d’ingresso al condominio.

I militari, avendo fondato motivo di ritenere che il truffatore fosse il figlio del proprietario dell’appartamento in questione, deceduto qualche mese fa, alle ore 10.15 circa di ieri 26 ottobre 2021, hanno svolto l’ennesimo sopralluogo presso quel condominio dove hanno trovato il 44enne che, utilizzando falsa identità, aveva appena redatto, senza averne titolo, un contratto di locazione per quell' appartamento, ai danni di una signora 60enne, residente a Mortara, la quale gli aveva appena consegnato la somma di euro 50 come caparra.

Inoltre si è potuto accertare che l'uomo aveva contattato la vittima tramite una piattaforma on-line, consegnandole poi delle chiavi dell'appartamento che non erano idonee ad aprire la porta d'ingresso. Sono in corso ulteriori indagini per verificare effettivamente la sua responsabilità in truffe analoghe.

Ai domiciliari

Terminate le formalità procedurali, l'arrestato è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria residenza, a disposizione della Autorità Giudiziaria. Nella giornata odierna dovrebbe essere giudicato con rito direttissimo.