Cronaca
Pavia

Prelievi e acquisti dopo aver rubato un Bancomat, coppia nei guai

I due, 29 e 36 anni, dovranno rispondere di ricettazione e indebito utilizzo di carta di credito.

Prelievi e acquisti dopo aver rubato un Bancomat, coppia nei guai
Cronaca Pavia, 03 Novembre 2021 ore 11:55

Identificati ieri, dalla Polizia di Stato, due cittadini italiani, un uomo ed una donna, entrambi residenti a Pavia, rispettivamente di anni 29 e 36, resisi responsabili di ricettazione e indebito utilizzo di carta di credito, sottratta da una borsa lasciata, dalla proprietaria, sul sedile della propria autovettura.

Le indagini

Grazie alla tempestiva denuncia della vittima del furto, corredata dalla documentazione relativa alle operazioni bancarie fraudolente che la stessa aveva rilevato, nelle ore immediatamente successive al furto della propria borsa, gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Pavia hanno avviato scrupolose indagini, avvalendosi anche delle immagini del sistema di videosorveglianza degli istituti di credito, dove erano stati effettuati alcuni prelievi di denaro contante e, confrontandole tra loro, sono giunti ad individuare una medesima figura femminile ripresa nell’atto di effettuare varie operazioni di prelievo, utilizzando la tessera bancomat asportata alla vittima.

Tali immagini hanno permesso, inoltre, di riprendere l’utilizzatrice della carta bancomat mentre saliva a bordo di un’autovettura guidata da un complice, al quale si è risaliti, di lì a poco, attraverso la targa del veicolo condotto.

Gli acquisti

La tenacia degli investigatori della Sezione reati contro il patrimonio della Squadra Mobile pavese, hanno portato il personale della Polizia di Stato, inoltre, sulle tracce della coppia che giunta presso un supermercato, ha proceduto ad effettuare acquisti, utilizzando, ancora una volta, indebitamente, la carta bancomat oggetto di furto.

Segnalati

Avuta conferma dell’identità attraverso vari raffronti di immagini, i responsabili dei reati descritti sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria.