Cronaca
Pavia

Polizia alla ricerca di armi: ma spuntano cocaina e soldi

Due spacciatori in arresto: in casa quasi 500 euro e la polvere bianca

Polizia alla ricerca di armi: ma spuntano cocaina e soldi
Cronaca Pavia, 30 Luglio 2022 ore 12:58

Concorso in produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti o psicotrope il reato che ha condotto la sera  di venerdì 29 luglio 2022 all’arresto di due soggetti ad opera delle Volanti della Questura di Pavia.

La soffiata: ci sono armi. Invece c'è la droga

Erano da poco passate le 22 quando gli operatori della Polizia di Stato, grazie alla conoscenza del territorio e alla vicinanza costante al cittadino, ricevevano confidenze circa la possibilità che in un condominio del centro fossero nascoste delle armi. Prontamente gli agenti si portavano presso lo stabile indicato, adottando tutte le cautele del caso e bussando alla porta di un primo appartamento. L'inquilino, non aspettandosi i poliziotti alla porta, tentava invano di nascondersi all’interno della casa e veniva trovato con in mano due dosi di sostanza stupefacente pronte per la vendita.

Bloccato il secondo inquilino

La prontezza operativa degli agenti si rivolgeva poi ad un secondo occupante della casa che con un movimento repentino tentava di dirigersi verso la finestra per dileguarsi. Gli operanti procedevano quindi alla perquisizione dell’abitazione alla ricerca delle armi segnalate o altro materiale esplodente: niente armi, ma la ricerca consentiva comunque di ritrovare, poggiata sul tavolino del soggiorno, ulteriore sostanza stupefacente: cocaina.

In particolare veniva rinvenuto un involucro da 12,20 grammi e altri cinque involucri, di minor pezzatura,  evidentemente destinati allo spaccio; sullo stesso ripiano vi erano anche tre bilancini di precisione e materiale da confezionamento, mentre in una piccola cesta vi erano diverse banconote di piccolo taglio per un totale di 495 euro, il tutto sottoposto a sequestro.

Entrambi condannati e arresti convalidati

Nella mattinata di sabato 30 luglio 2022 all’udienza per direttissima entrambi i soggetti venivano condannati ad 8 mesi e 21 giorni e gli arresti convalidati. Ad entrambi veniva applicata altresì la misura di prevenzione dell’avviso orale del Questore.

Diventano così cinque gli arresti operati dalla Polizia di Stato in quest’ultima settimana che hanno assicurato alla  giustizia oltre ai due spacciatori, un truffatore avente a carico un ordine di carcerazione ed altri due uomini  rispettivamente di 32 e 44 anni, il primo gravato da una misura cautelare emessa dal Tribunale di Novara e l’altro sul quale pendeva un ordine di carcerazione per cumulo pene del Tribunale di Piacenza.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter