Amici a quattro zampe

Pavia dalla parte degli animali, approvato un progetto per il contrasto ai maltrattamenti

Finanziamenti per potenziare le attività delle Polizie Locali e favorire la registrazione e la facile identificazione dei cani nelle aree pubbliche.

Pavia dalla parte degli animali, approvato un progetto per il contrasto ai maltrattamenti
Cronaca Pavia, 26 Febbraio 2021 ore 14:14

A Pavia parte il progetto “Prevenzione e contrasto del maltrattamento degli animali”.

Prevenzione e contrasto maltrattamento animali

La Giunta ha aderito al protocollo d’intesa, sottoscritto tra Regione Lombardia e Prefettura, denominato “Prevenzione e contrasto del maltrattamento degli animali”.

Il protocollo, nell’ambito del quale il Ministero dell’Interno ha reso disponibili finanziamenti per potenziare le attività delle Polizie Locali, è finalizzato a favorire la registrazione e la facile identificazione dei cani nelle aree pubbliche, a loro tutela.

Registrazione e identificazione sono infatti funzionali alla restituzione, ai proprietari, dei cani eventualmente smarriti e ritrovati, con conseguente riduzione del numero di ingressi nelle strutture di ricovero e un maggiore benessere per gli animali stessi.

Il protocollo

Pavia, tra le attività oggetto di potenziale finanziamento, intende presentare a Regione Lombardia un progetto per:

  • garantire la rintracciabilità degli animali;
  • verificare le modalità di gestione dei cani nelle aree pubbliche, con particolare riferimento alla tutela dell’incolumità pubblica
  • dall’aggressione dei cani;
  • acquistare lettori di microchip per lo svolgimento delle attività elencate.

“Occorre riconoscere che gli animali sono destinatari di obblighi di salute” - sottolinea Pietro Trivi, Assessore alla Sicurezza, Polizia Locale, Protezione Civile e Sport – “Osservanza di doveri, regole di condotta, codici di comportamento che muovano da un sostanziale e profondo rispetto per gli animali saranno oggetto di controllo intenso da parte della Polizia Locale, che non mancherà di sanzionare ogni forma di indisciplina da parte dei proprietari.

Allo stesso modo, l’acquisto di lettori di microchip servirà a dotare le forze di polizia di uno strumento utile per contrastare il fenomeno del randagismo, riducendo il numero di ingressi degli animali nelle strutture pubbliche: con un maggiore benessere per gli animali, che potranno essere riportati ai loro proprietari, e un notevole risparmio economico per l’Amministrazione”.