Omicidio-suicidio a Borgarello, strangola la colf poi si spara

Il corpo della giovane è stato ritrovato da un parente nella villa in cui lavorava.

Omicidio-suicidio a Borgarello, strangola la colf poi si spara
Pavese, 27 Maggio 2019 ore 06:58

Omicidio-suicidio a Borgarello, una 26enne è stata strangolata nella villa in cui lavorava come colf. Il corpo è stato scoperto intorno alle 13.30 di domenica 26 maggio 2019, da un parente.

Omicidio-suicidio a Borgarello

E’ stata uccisa nella villa dove lavorata come colf. Qualcuno l’ha strangolata e poi è fuggito. E’ così che è morta una giovane donna di 26 anni a Borgarello. La macabra scoperta è stata fatta intorno alle 13.30 di domenica 26 maggio 2019 da un parente che, allarmato in quanto la donna non rispondeva al telefono si è recato di persona alla villa per vedere cosa stesse succedendo.

Strangolata

La porta di casa era aperta. Così è entrato. Il corpo della 26enne giaceva sul pavimento della camera da letto. Senza vita. Da una prima ricostruzione l’omicidio dovrebbe risalire alla notte tra sabato e domenica. Mileidy Verdial Canales, di origine cubana è stata strangola con ogni probabilità dal suo datore di lavoro, Enrico Lanati 48 anni, che poi è fuggito a bordo del suo scooter.

Si uccide

Qualche ora più tardi, intorno alle 16.30, il corpo dell’uomo è stato trovato nelle campagne della zona. Si è ucciso sparandosi un colpo di pistola. Ora i carabinieri stanno cercando di capire se tra i due esistesse una relazione o se il loro fosse soltanto un rapporto tra datore di lavoro e dipendente. Spesso in quella casa venivano organizzate feste, con musica ad alto volume: l’ultima proprio sabato sera, prima dell’omicidio-suicidio.

Giada Bigardi

LEGGI ANCHE: Si schianta contro un camion in A7, 22enne muore carbonizzato

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve