Oltrepò Pavese, Lara Magoni a inaugurazione “Primavera dei vini”

L'assessore: "I visitatori sono curiosi, vogliono vivere i territori".

Oltrepò Pavese, Lara Magoni a inaugurazione “Primavera dei vini”
Oltrepò, 04 Marzo 2019 ore 11:10

Oltrepò Pavese, l’assessore Lara Magoni: “I visitatori sono curiosi, vogliono vivere i territori. Turismo ed enogastronomia sono arme vincenti. Impegno da parte di Regione Lombardia a tutela del patrimonio culturale e delle tradizioni”.

Oltrepò Pavese, Lara Magoni a inaugurazione “Primavera dei vini”

L’assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda Lara Magoni è intervenuta alla cerimonia di inaugurazione della trentaseiesima edizione edizione della rassegna enogastronomica ‘Primavera dei Vini’, in programma tutte le domeniche di marzo a Rovescala, nell’Oltrepò Pavese. Al taglio del nastro ha partecipato anche il il ministro alle Politiche Agricole alimentari forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio.

Valorizzazione dei prodotti tipici un fattore di attrattività

“Turismo ed enogastronomia – ha sottolineato Magoni – sono un binomio vincente. Manifestazioni come queste dimostrano che la valorizzazione dei prodotti tipici dei territori, dei sapori e dei gusti della tradizione dei tanti borghi lombardi, rappresenta una fonte di notevole attrattività per migliaia di visitatori ed esaltano un turismo enogastronomico che proprio in Lombardia sta diventando sempre più importante. Un’occasione importante per l’Oltrepò Pavese, terra dalle notevoli potenzialità turistiche ancora da esprimere appieno e che merita di essere valorizzata sempre di più”.

Turismo esperenziale

“Oggi il turismo si sta rinnovando – ha ricordato Lara Magoni – La vacanza non è più intesa nella classica accezione del cosiddetto ‘all inclusive’ ma l’obiettivo è vivere un’esperienza diversa. Il visitatore è un ‘curioso’, alla ricerca di esperienze che sappiano fondere tradizione e innovazione, alla scoperta di sapori e gusti tipici di cui sono ricchi i nostri luoghi. In tal senso, l’Oltrepò Pavese, con i suoi piccoli borghi tutti da scoprire, può offrire una notevole varietà di prodotti e paesaggi incredibili in grado di potenziare il turismo del territorio”.

In Oltrepò il 55% delle viti della Lombardia

L’Oltrepò Pavese è un’area vocata per eccellenza alla produzione di uva e di vino: con una superficie a vite di 13.269 ettari, su un totale regionale di 24.000, rappresenta circa il 55% della superficie vitata della Lombardia.

L’Oltrepò costituisce la terza area DOC più importante d’Italia con i suoi 600 mila ettolitri di vino DOC e DOCG, a cui si aggiungono oltre 350 mila ettolitri di vino a IGT prodotto mediamente ogni anno.

Salvaguardare patrimoni enogastronomici

“Ecco perché l’impegno delle istituzioni, in sinergia con enti ed associazioni locali – ha concluso Magoni – deve essere quello di preservare un patrimonio culturale fatto di tradizioni e saperi tramandati, un ‘tesoro enogastronomico’ che rende l’Oltrepò una realtà unica nel suo genere, in grado di generare un ‘Turismo dei territori’ capace di sviluppare l’economia locale e dare nuovo impulso all’occupazione”.

LEGGI ANCHE: Panini Durini arriva anche a Pavia!

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia