“NoBody”: viaggio sensoriale su tratta e sfruttamento sessuale

Un’installazione teatrale che offre un’esperienza immersiva sul tema e invita il pubblico a guardare oltre il velo dell’apparenza.

Pavia, 20 Novembre 2019 ore 10:01

“NoBody”: viaggio sensoriale su tratta e sfruttamento sessuale. Un’installazione teatrale che offre un’esperienza immersiva sul tema e invita il pubblico a guardare oltre il velo dell’apparenza.

“NoBody” a Pavia

“NoBody” è un’installazione teatrale realizzata dalla Compagnia Teatrale FavolaFolle, in collaborazione con l’Associazione Lule Onlus, sul fenomeno della tratta e dello sfruttamento sessuale, che si terrà sabato 23 novembre 2019 dalle ore 17:00 alle ore 22:00 e domenica 24 novembre dalle ore 10 alle ore 19, presso la Casa del Giovane in via Lomonaco, 45 (salone III° Millennio) a Pavia (PV).

L’iniziativa di sensibilizzazione è promossa dal patrocinio del Comune di Pavia e grazie alla collaborazione della Comunità “Casa del Giovane” in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Un viaggio sensoriale

“NoBody” è un’installazione teatrale che offre un’esperienza immersiva sul tema, un viaggio sensoriale che invita il pubblico a guardare oltre il velo dell’apparenza, prendendo coscienza in maniera immediata ed epidermica degli aspetti più oscuri del fenomeno. In una dinamica di prossimità tra performers e pubblico che innesca meccanismi relazionali con lo scopo di combattere l’ipocrisia e le barriere sovrastrutturali che affollano le discussioni sul tema.

Sensibilizzare la società

L’obiettivo di questo progetto è sensibilizzare la società civile sul tema della tratta di esseri umani ai fini dello sfruttamento sessuale di donne e minori, ponendo l’attenzione sugli aspetti umani più che su quelli politico-legali. La poca conoscenza del tema è una delle cause più importanti di propagazione del fenomeno ed è quindi la presa d’atto delle dinamiche ad esso legate, il punto di partenza di ogni campagna di sensibilizzazione.

Questa campagna di sensibilizzazione e comunicazione è prevista all’interno del progetto “Mettiamo le Ali – Dall’emersione all’integrazione”, iniziativa sovra provinciale finanziata dal Dipartimento per le Pari Opportunità per la realizzazione di programmi di emersione, assistenza e integrazione sociale a favore di vittime di tratta e grave sfruttamento che intendano sottrarsi alla violenza e ai condizionamenti di soggetti dediti al traffico di persone.

L’installazione è vietata ai minori di 14 anni, ha una durata di 45 minuti in cui il pubblico, composto da 20 persone alla volta, attraverserà 5 spazi e incontrerà 5 attrici che lo accompagneranno in un viaggio sensoriale.

Durante l’arco delle giornate sono previsti diversi orari d’ingresso al percorso, pertanto è vivamente consigliata la prenotazione.

“NoBody” è in replica da un anno tra i comuni del territorio Lombardo. Ha debuttato a Bergamo per poi essere riproposta a Lecco, Vigevano, Cremona, Brescia e Abbiategrasso per un totale di 13 giornate di repliche e di più di 2.000 partecipanti.

Ingresso al pubblico gratuito. Info e prenotazioni: 392 99 392 99 oppure info@favolafolle.com. Sito internet: www.luleonlus.it/nobody

Performers: Viola Branco, Giada Catone, Dalila Cozzolino, Chiara Crovetto, Ilaria Nadin. Regia: Carlo Compare Coreografie: Giada Catone Musiche originali: Francesco Crovetto Organizzazione: Matteo Sala, Oriana Scialino Allestimento: Teatro Pane e Mate

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia