Movida e stragi del sabato sera: sospesa attività di noto locale notturno

Riscontrate irregolarità in materia di igiene e trovati 16 lavoratori non regolari.

Movida e stragi del sabato sera: sospesa attività di noto locale notturno
Voghera, 15 Settembre 2018 ore 12:40

Movida e stragi del sabato: controlli straordinari dei Carabinieri per la tutela della salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro.

Movida e stragi del sabato sera: controlli dei Carabinieri

I Carabinieri della Compagnia di Voghera durante la serata della movida di Godiasco Salice Terme, hanno eseguito dei controlli straordinari in alcuni locali notturni. In un noto e frequentato locale di Rivanazzano, i Carabinieri con l’ausilio nel personale del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità e del Nucleo Ispettorato del lavoro, hanno riscontrato irregolarità in materia di igiene e delle norme sulla sicurezza dei luoghi di lavoro.

16 lavoratori non regolari

Inoltre hanno trovato 16 lavoratori non regolari che stavano svolgendo diverse mansioni all’interno del locale e sorpresi dai Carabinieri entrati come avventori. L’attività si è conclusa con la denuncia del titolare S.L. e la contestazione a suo carico di sanzioni amministrative e pecuniarie pari a 77mila euro e la conseguente sospensione dell’attività. I NAS oltre alla contestazione rilevata per carenza di igiene, ha eseguito al titolare del locale prescrizioni rimandando i controlli alla ATS di Pavia.

Controlli alla circolazione stradale

Tra i Comuni di Rivanazzano e Godiasco Salice Terme, i Carabinieri dell’aliquota radiomobile di Voghera e quelli della Stazione Di Godiasco eseguivo controlli alla circolazione stradale, allo scopo di prevenire le c.d. “stragi del sabato sera” identificando circa 80 persone. Tre questi giovani sottoposti alcoltest risultavano positivi e pertanto deferiti in stato di libertà. Ai giovani automobilisti è stata ritirata la patente di guida.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia