Morta per le ustioni la 44enne che si era data fuoco in cortile a Casei Gerola

E' deceduta al Niguarda: si sarebbe cosparsa di materiale infiammabile, poi avrebbe appiccato il fuoco.

Morta per le ustioni la 44enne che si era data fuoco in cortile a Casei Gerola
Lomellina, 24 Febbraio 2019 ore 11:55

Si era data fuoco a Casei Gerola: è morta a Niguarda per le gravi ustioni.

Morta per le ustioni

Non ce l’ha fatta la 44enne che si era data fuoco a Casei Gerola giovedì pomeriggio, il 21 febbraio 2019. E’ morta all’ospedale Niguarda, dove era stata trasportata in elisoccorso, in gravi condizioni, dopo essersi cosparsa di materiale infiammabile ed essersi data fuoco. E’ andata incontro a una morte terribile.

Accorsi per le grida

Le indagini delle forze dell’ordine sono in corso, per chiarire l’esatta dinamica di questo decesso. Stando alle prime ricostruzioni, il tragico evento si è consumato inizialmente nell’abitazione della donna e, successivamente, nel cortile. Ad attirare l’attenzione dei vicini, che hanno dato l’allarme, sono state le strazianti grida di dolore. Sul posto sono giunti i medici del 118 e anche i carabinieri. La comunità è sconvolta da questo tragico gesto.

Gesto analogo nel Lodigiano

Stando alle prime ricostruzioni questo terribile modus operandi ricalcherebbe quello di un altro caso, accaduto sempre nella Bassa negli ultimi giorni, nel Lodigiano. E’ successo il 19 febbraio 2019, intorno all’ora di pranzo. La donna, sposata e madre di un adolescente, è ora in prognosi riservata. Il marito di trovava in un’altra stanza nel momento in cui la 49enne avrebbe tentato il gesto estremo cospargendosi di alcol e dandosi fuoco. Soffriva da tempo di depressione. A raccontare la notizia i colleghi del GiornalediLodi.it.

LEGGI ANCHE: Suicida a 16 anni: “Voglio capire cosa c’è dopo la morte”

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia