Refurtiva recuperata

Inseguimento dopo il furto di vestiti: arrestata coppia di sinti

I due, entrambi 35enni, sono stati bloccati a Garlasco: con loro anche un minore di 17 anni.

Inseguimento dopo il furto di vestiti: arrestata coppia di sinti
Lomellina, 11 Giugno 2020 ore 15:45

Nella serata del ieri 10 giugno 2020, i carabinieri della Stazione di Garlasco hanno tratto in arresto per il reato di furto aggravato in concorso C.A., trentacinquenne nato a Nizza Monferrato (AT) e C.P., trentacinquenne nata a Lodi, entrambi sinti disoccupati e pluripregiudicati residenti nel campo nomadi di Piazzale Europa di Pavia.

Il furto di vestiti

I due, nel pomeriggio dello stesso giorno, dopo aver sottratto alcuni capi di abbigliamento per un valore ammontante a circa 500 euro nel negozio di abbigliamento “Lazzaroni” di via Leonardo Da Vinci a Garlasco, si sono dati a immediata fuga a bordo della loro auto Fiat Uno.

Inseguiti e bloccati

Ma non avevano fatto i conti con la presenza di una pattuglia di carabinieri della Stazione di Garlasco, che si trovava nelle vicinanze in servizio perlustrativo per il controllo del territorio, e che, allertata telefonicamente dal proprietario del negozio che aveva chiamato in caserma, dopo averla intercettata e seguita a vista per un breve tratto, per non rischiare di causare incidenti a causa dell’alto volume di traffico presente al momento, li bloccava nel comune di Villanova d’Ardenghi (PV).

La refurtiva

Sottoposti a perquisizione i due sono stati trovati in possesso dei capi di abbigliamento asportati, che sono stati restituiti agli aventi diritto, nonchè di un profumo Chanel e due videogiochi PS4, verosimilmente provento di altri furti.

I militari hanno scoperto nell’occasione che la borsa utilizzata per l’attività criminosa era stata appositamente schermata con carta stagnola per eludere astutamente il dispositivo di antitaccheggio ed è stata quindi sottoposta a sequestro insieme al profumo e ai videogiochi, per i quali sono in corso gli accertamenti per scoprirne la provenienza.

Con loro anche un minore

Sia durante il furto che nel breve inseguimento i due sono stati assistiti da un minore incensurato nato a Pavia di anni diciassette, con essi domiciliato, che è stato deferito in stato di libertà per la partecipazione al crimine. La sua presenza è stata pertanto valutata come circostanza aggravante per i due sinti.

Gli arrestati sono stati trattenuti nella camera di sicurezza della caserma della Compagnia di Vigevano in attesa del rito per direttissima disposto dall’Autorità Giudiziaria.

TORNA ALLA HOME

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia