Il Ministro Centinaio a Riccagioia: “L’Oltrepò fa squadra”

"Vogliamo raccontare il territorio che c'è dietro ogni bicchiere di vino e portare le nostre eccellenze all'estero".

Il Ministro Centinaio a Riccagioia: “L’Oltrepò fa squadra”
Oltrepò, 06 Aprile 2019 ore 14:45

Alla tavola rotonda alla sede ERSAF interviene anche il Ministro Centinaio: “Vogliamo raccontare il territorio che c’è dietro ogni bicchiere di vino e portare le nostre eccellenze all’estero, per esempio cogliendo le grandi opportunità che offre oggi la Cina”.

Il Ministro Centinaio a Riccagioia: “L’Oltrepò fa squadra”

Si aprono nuovi scenari per lo sviluppo dell’Oltrepò Pavese: il progetto Oltrepò Biodiverso ha riunito ieri, venerdì 5 aprile 2019, nella sede Ersaf di Riccagioia (Torrazza Coste, PV) i principali attori della valorizzazione turistica e della produzione vitivinicola dell’Oltrepò, in una tavola rotonda moderata da Massimo Ornaghi direttore Ersaf Lombardia e a cui ha partecipato anche il Ministro delle Politiche Agricole e Forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio.

ERSAF Riccagioia

La tavola rotonda, dal titolo “Scenari d’Oltrepò per il rilancio turistico e la valorizzazione enoica del territorio”, è stata preceduta dalla presentazione del volume “Oltrepò Pavese. L’Appennino di Lombardia”, a firma di Gino Cervi e Claudio Gregori, la prima Guida Vacanze del Touring Club Italiano, in libreria dal dicembre 2018, realizzata nell’ambito del progetto Oltrepò Biodiverso, selezionato dal programma AttivAree di Fondazione Cariplo.

 

Un Oltrepò che si è messo in cammino

“Al di là del fatto di poter avere un Ministro che proviene dal territorio – ha affermato il Ministro Centinaio, nato proprio a Pavia – è importante rimarcare come in questi ultimi dodici mesi l’Oltrepò, quello discorde e in affanno che avevamo conosciuto, ha cambiato ritmo. Si è rimesso in cammino”.

Un Oltrepò che sa fare squadra

“Lo ha fatto grazie anche al contributo dell’Assessore e dei consiglieri regionali che hanno preso in carico le istanze dell’Oltrepò Pavese – ha sottolineato Centinaio – Si comincia a vedere una maggiore attenzione da parte di tutti gli interlocutori. Il Ministero da parte sua ha cominciato a creare opportunità – di cui beneficerà anche l’Oltrepò – per far conoscere i nostri territori anche all’estero, in mercati come quello cinese, per esempio, che rappresenta una grandissima possibilità, perché rispetto alle potenzialità abbiamo ancora una quota di mercato molto ridotta”.

LEGGI ANCHE: Turismo in Oltrepò, da Regione Lombardia 1,35 milioni di euro a sostegno delle imprese

Un Oltrepò che si apre al mondo

Vogliamo andare in giro per il mondo a promuovere il vino, ma soprattutto a raccontare che dietro a ogni bicchiere di vino dell’Oltrepò c’è una storia: la cantina, i produttori, il territorio con le sue attrattive, il suo patrimonio storico e monumentale – ha concluso il Ministro – Al Vinitaly in particolare, nel nuovo stand del Mibact che invito tutti a visitare, ci sarà l’occasione per promuovere l’Oltrepò e i suoi prodotti di eccellenza”.

Cogliere le opportunità, cogliere il momento

All’iniziativa, promossa da Fondazione per lo Sviluppo dell’Oltrepò Pavese nell’ambito del Programma AttivAree di Fondazione Cariplo, sono intervenuti i rappresentanti di Regione Lombardia, Provincia di Pavia, Camera di Commercio Industria e Artigianato di Pavia, Comunità Montana dell’Oltrepò Pavese e Gal Oltrepò Pavese. Hanno inoltre partecipato Touring Club Italiano, Consorzio tutela vini Oltrepò Pavese, Distretto del vino di qualità Oltrepò Pavese, Club del Buttafuoco Storico, Strada dei Vini e dei Sapori dell’Oltrepò Pavese.

A partire dai suoi rappresentanti nelle istituzioni, per proseguire con gli enti e i consorzi che direttamente operano sui territori, l’Oltrepò Pavese mostra di sapere cogliere l’opportunità di una nuova attenzione per le sue attrattive: negli interventi dei relatori è emersa la volontà di mettere a sistema i rispettivi progetti e le rispettive competenze per aprire nuovi scenari di sviluppo.

Riccardo Fiamberti

Tessere di un mosaico che si ricompone oggi a Riccagioia realizzando così gli auspici di Riccardo Fiamberti Presidente Fondazione per lo Sviluppo dell’Oltrepò Pavese ed Elena Jachia Direttore Area Ambiente di Fondazione Cariplo, promotori di AttivAree-Oltrepò Biodiverso.

Elena Jachia

Un Oltrepò che è apparso diverso, non più autoreferenziale, anzi capace di dialogare al proprio interno e di proporsi all’esterno come un sistema, promuovendosi in settori fondamentali quali il mondo del vino e l’accoglienza turistica, con modalità e tematiche al passo con i tempi.

LEGGI ANCHE: Strade Pavia, 3,8 milioni per la messa in sicurezza di 4 importanti arterie

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia