Cronaca
IL LIETO FINE

I ladri si pentono, restituito l'arco rubato al campione vogherese Nespoli: "Grazie"

Era stato rubato a metà febbraio.

I ladri si pentono, restituito l'arco rubato al campione vogherese Nespoli: "Grazie"
Cronaca Voghera, 03 Marzo 2020 ore 08:37

I ladri si pentono e restituiscono l'arco rubato a metà febbraio a Mauro Nespoli. Il ringraziamento del campione vogherese su Facebook.

Restituito l'arco rubato a Mauro Nespoli

Hanno avuto un ripensamento. Oppure si sono accorti che non sarebbero riusciti a rivendere in alcun modo l'attrezzatura sportiva di Mauro Nespoli. Attrezzatura del valore complessivo di circa 3 mila euro, ma dal valore sportivo non quantificabile. Il furto era avvenuto nella notte tra sabato 15 e domenica 16 febbraio 2020.

Ed ora a distanza di quasi tre settimane dal furto, i ladri hanno "riconsegnato" al campione vogherese il suo arco. L’arco col quale si stava preparando in vista dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020, infatti, è stato fatto ritrovare nello stesso luogo da dove era stato trafugato.

Il post su Facebook

Ovviamente soddisfatto il campione azzurro, che in un post su Facebook ringrazia anche i ladri per il loro "ripensamento":

"Ho pensato parecchio a cosa scrivere in questo post ma alla fine GRAZIE è la parola giusta.
Grazie a tutti gli amici che mi hanno mostrato vicinanza dopo il furto dell’attrezzatura.
Grazie agli organi di informazione per aver dato spazio e visibilità a quanto accaduto.
Per finire, il più sincero GRAZIE a te che ci hai ripensato. Hai riportato il mio arco al campo. L’hai rimesso al suo posto perché lo potessi ritrovare.
Le Olimpiadi si avvicinano e non poteva esserci slancio migliore".