Furti rame nel pavese un arresto in flagranza di reato

Prosegue l’attività di contrasto ai furti di rame nella provincia di Pavia in collaborazione con Enel.

Furti rame nel pavese un arresto in flagranza di reato
Oltrepò, 20 Marzo 2018 ore 13:36

Furti rame nel Pavese: prosegue l’attività dei Carabinieri volta anche al contrasto degli allacci abusivi.

Furti rame e allacci abusivi

Da tempo prosegue la collaborazione tra Centrali Operative dell’Arma del pavese e l’ENEL lombarda, mirata alla prevenzione dei furti di rame, ma anche al contrasto dei furti di energia elettrica ed allacci abusivi. L’attività sinergica tra l’altro ha portato nel primo trimestre del 2018 ad una positiva diminuzione dei furti. Anche l’attività di questa notte si incardina in un sistema di controllo e monitoraggio della provincia pavese, sviluppato nell’intero Comando Provinciale Carabinieri di Pavia, che vede protagonisti i Nuclei Radiomobili e soprattutto le Stazioni Carabinieri.

Furto aggravato

Nel corso della nottata, nel comune di Arena Po (PV), i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Stradella (PV) hanno tratto in arresto in flagranza di reato V.M. un pregiudicato 39enne. L’uomo, romeno ma residente a Sant’Angelo Lodigiano si è reso responsabile del reato di tentato furto aggravato ai danni di un deposito di materiali e cavi di rame ENEL.

Flagranza di reato

I Carabinieri operanti, allertati dalla Centrale Operativa della Compagnia CC di Stradella, si sono recati presso la ditta “Trasgo s.r.l.” di Arena Po, dove era stato segnalato un furto in atto. Giunti sul posto i militari hanno sorpreso l’uomo che, dopo aver tagliato la rete perimetrale si era introdotto all’interno dell’area aziendale per asportare alcuni rotoli di cavi in rame ivi custoditi.

L’inseguimento

Dopo un breve inseguimento, i militari sono riusciti a bloccare il malvivente che si dava alla fuga. Altre due persone all’esterno, verosimilmente sue complici, fuggivano a loro volta tra i campi nelle immediate vicinanze.

Refurtiva recuperata

Il materiale che aveva tentato di asportare, consistente in alcune bobine di rame, è stato riconsegnato al legittimo proprietario. L’arrestato, trattenuto nella camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Stradella, sarà giudicato con rito direttissimo presso il Tribunale di Pavia. Proseguono le indagini per individuare gli altri soggetti fuggiti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia