Cronaca
Pavia

Fugge a bordo di auto rubata, preso dopo inseguimento aggredisce gli agenti

L'uomo è stato arrestato per rapina aggravata e per resistenza pubblico ufficiale.

Fugge a bordo di auto rubata, preso dopo inseguimento aggredisce gli agenti
Cronaca Pavia, 20 Settembre 2022 ore 17:42

Domenica scorsa, 18 settembre 2022, la Polizia di Stato ha tratto in arresto il responsabile di una rapina aggravata, per il reato di resistenza.

Dopo la lite fugge su auto rubata

Erano da poco passate le 20:00, quando un equipaggio della Squadra Volante della Questura di Pavia, in servizio di controllo del territorio, a seguito di segnalazione giunta su linea di emergenza 112NUE, iniziava le ricerche di un soggetto che, dopo aver avuto una lite, si era allontanato a bordo di un’autovettura presumibilmente compendio furto.

Non si ferma all'alt

Gli operatori di Polizia sono riusciti a rintracciare il soggetto alla guida del veicolo intimandogli di arrestare la marcia, ma questi anzichè fermarsi si è dato a precipitosa e pericolosa fuga.

Ne è seguito un inseguimento che si è concluso dopo alcuni chilometri grazie alla perizia di guida operativa degli Agenti che hanno costretto il conducente ad arrestare la marcia del veicolo. Nonostante questo, il conducente una volta sceso dal mezzo, mostrandosi insofferente al controllo, ha assunto un atteggiamento duro, scontroso e di sfida.

Successivamente l’uomo, in stato psicofisico alterato, con un crescendo di intensità dell’atteggiamento aggressivo, si è avvicinato agli operatori, non solo minacciandoli, insultandoli e spingendoli, ma anche tentando di colpirli con diversi pugni e calci.

Ammanettato grazie al taser

Gli agenti, intuita la situazione di immediato rischio, al fine di porre fine alla condotta aggressiva dell’uomo, hanno estratto l’arma a impulsi elettrici la cui semplice attivazione ha consentito agli operanti di ammanettarlo.

Tentato di aggredire gli Agenti

L’autore del reato di resistenza a Pubblico Ufficiale, una volta accompagnato in Questura per l’identificazione, all’interno degli uffici di Polizia, ha perseverato nella sua condotta tentando ancora di colpire gli operanti con diversi calci.

L’autovettura condotta dal reo è stata restituita immediatamente al legittimo proprietario il quale, una volta giunto in Questura, ha dettagliato le modalità con le quali gli era stata sottratta pochi giorni prima e che configuravano il delitto di rapina aggravata.

Portato in carcere

Terminate le formalità di rito, il soggetto è stato tratto arresto e tradotto presso la locale casa circondariale in attesa del processo per direttissima. Nella giornata di lunedì 19, al termine dell’udienza, è stato convalidato l’arresto e il soggetto sottoposto alla misura della custodia cautelare in carcere in attesa dell’udienza fissata a breve.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter