Fino al pomeriggio/sera

Fiume Po: è allerta arancione nel tratto pavese per rischio idraulico

Il grande fiume sta subendo un rapido incremento che potrebbe interessare il tratto pavese fino al pomeriggio/sera di oggi.

Fiume Po: è allerta arancione nel tratto pavese per rischio idraulico
Pavia, 04 Ottobre 2020 ore 10:38

L’Europa centro-occidentale è interessata da una vasta area depressionaria di origine atlantica, centrata sulla Francia settentrionale. Sul nostro Paese è in transito un fronte freddo che ha apportato diffuse condizioni di maltempo sulle regioni centro-settentrionali; il sistema frontale traslerà lentamente verso le regioni centrali, con un’attenuazione delle nubi e dei fenomeni al Nord. Nel contempo continuerà la sostenuta ventilazione dai quadranti meridionali, sebbene in rotazione da ovest/sud-ovest, in attenuazione serale.

Oggi ancora precipitazioni

Dopo un temporaneo miglioramento, nella giornata odierna un nuovo sistema perturbato approccerà le regioni settentrionali con precipitazioni al Nord-Ovest, in rapido spostamento verso il Nord-Est e la Toscana. Lunedì la persistenza di correnti umide sud-occidentali causerà ancora tempo instabile, ma con precipitazioni ovunque in attenuazione.

Nello specifico nella mattinata di oggi precipitazioni deboli o assenti, da metà giornata sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su tutte le aree alpine ed appenniniche. Nel pomeriggio i fenomeni saranno in intensificazione su Piemonte, Lombardia ed Emilia; quantitativi moderati, localmente elevati su Piemonte settentrionale ed appennino Emiliano.

Livelli del Po in incremento

In conseguenza dei significativi apporti degli affluenti piemontesi, il livello del Fiume Po in territorio lombardo, sta subendo un rapido incremento che potrebbe interessare il tratto pavese (PO1, PO2, PO3) fino al pomeriggio/sera di oggi 4 ottobre 2020, con livelli almo sopra la soglia 2 di allertamento. Nel tratto a valle i livelli rimarranno inferiori, raggiungendo al massimo la soglia 1 di allertamento.

Potranno essere interessate le strutture e le attività poste nelle aree golenali aperte, mentre non si prevede l’interessamento delle aree golenali chiuse: a titolo precauzionale si suggerisce di valutare l’interdizione all’accesso nelle golene, compreso l’utilizzo delle piste ciclabili, e di mantenere la massima attenzione lungo il corso d’acqua compreso nel tratto pavese.

La situazione è attentamente monitorata dal personale AIPo in coordinamento con i sistemi regionali e locali di protezione civile. Eventuali aggiornamenti saranno emessi dal Centro Funzionale della Lombardia solo in caso di modifiche sostanziali delle previsioni idrauliche e delle possibili criticità.

Maltempo, al Ponte della Becca il livello del Po è salito di 3 metri in 24 ore

TORNA ALLA HOME

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia