Falso certificato medico al boss, condannato a 10 anni oculista di Pavia

Per mezzo di quel certificato il boss dei Casalesi, Giuseppe Setola, ottenne i domiciliari.

Falso certificato medico al boss, condannato a 10 anni oculista di Pavia
Pavia, 19 Febbraio 2019 ore 14:33

Falso certificato medico, condannato a 10 anni oculista di Pavia: avrebbe permesso al boss dei Casalesi, Giuseppe Setola, di ottenere gli arresti domiciliari.

Falso certificato medico, condannato oculista di Pavia

Concorso esterno in associazione camorristica e false attestazioni all’autorità giudiziaria. Questa l’accusa rivolta dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere all’oculista di Pavia, Aldo Fronterrè condannandolo a 10 anni e 6 mesi. Al professionista pavese, ex primario della clinica Maugeri, viene contestato di avere redatto una falsa perizia sulla presunta cecità del boss Giuseppe Setola, che permise al killer di ottenere nel 2008, gli arresti domiciliari a Pavia per curarsi proprio alla clinica Maugeri.

“Faremo appello”

Fronterrè è stato anche interdetto dall’esercizio della professione per due anni. Inoltre i giudici gli hanno imposto la libertà vigilata per tre anni una volta espiato la pena. Le motivazioni della sentenza verranno depositate tra 90 giorni. Nel frattempo i difensori di Fronterrè hanno fatto sapere che ricorreranno in appello e che il loro assistito non ha mai voluto favorire la camorra e ha sempre operato in assoluta buona fede.

LEGGI ANCHE: Spacca le vetrine dei negozi a colpi di ascia, arrestato 16enne

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia