Cronaca
Voghera

Extracomunitari aggrediti a calci, pugni e con cocci di bottiglia: 4 giovani denunciati

I quattro dovranno rispondere di lesioni aggravate e porto di armi o oggetti atti ad offendere.

Extracomunitari aggrediti a calci, pugni e con cocci di bottiglia: 4 giovani denunciati
Cronaca Voghera, 23 Giugno 2022 ore 12:05

Voghera (PV): aggressione ad extracomunitari. Identificati e denunciati quattro giovani dai Carabinieri.

Extracomunitari aggrediti

Nel pomeriggio del 10 giugno a Voghera, nei pressi del Castello visconteo, due extracomunitari sono stati brutalmente aggrediti da un gruppo di quattro giovani.

Una delle due vittime, originaria della Repubblica Dominicana, è stata colpita con un collo di bottiglia sotto il braccio all’altezza del polmone mentre l’altra di origine cubana, è stata percossa con calci e pugni al viso.

Prognosi di un mese ciascuno

I due sudamericani vittime dell’aggressione, avvenuta sotto gli occhi dei passanti, sono riusciti comunque a chiedere soccorso, mentre, gli aggressori si dileguavano a bordo di un’autovettura bianca. Sul posto è quindi intervenuto personale del 118 che li ha trasportati rispettivamente al policlinico San Matteo di Pavia e all’ospedale di Voghera dove, per le ferite ricevute, hanno riportato una prognosi di circa un mese ciascuno.

Le indagini

Nell’immediatezza sul posto, è intervenuta anche una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile e una squadra dell’Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Voghera per gli urgenti accertamenti e rilievi tecnici del caso. Avviate di conseguenza le dovute indagini, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Voghera in pochi giorni hanno ricostruito l’intera vicenda, identificando gli autori dell’aggressione: due giovani italiani e due tunisini tutti del luogo.

Dalla ricostruzione dei fatti, dalle perquisizioni domiciliari e dalle testimonianze dei cittadini che avevano assistito all’evento, l’aggressione sembra sia dovuta a futili motivi e per una banale discussione avvenuta. Tutti gli stranieri coinvolti nella vicenda risultano regolari sul territorio italiano.

I quattro indagati dovranno, quindi, rispondere di lesioni aggravate e porto di armi o oggetti atti ad offendere.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter