MORTARA

Estorce 38mila euro alla madre di un coetaneo, 18enne incensurato bloccato mentre incassa l'ultima somma di denaro

In un'occasione il ragazzo avrebbe anche minacciato la 51enne con una pistola: è stato arrestato

Estorce 38mila euro alla madre di un coetaneo, 18enne incensurato bloccato mentre incassa l'ultima somma di denaro
Pubblicato:
Aggiornato:

Un giovane di 18 anni è stato arrestato per aver estorto denaro a una donna di 18 anni: beccato in flagranza mentre incassa l'ultima somma di denaro.

Arrestato 18enne

La mattina di venerdì 7 giugno 2024, i Carabinieri di Mortara hanno arrestato in flagrante K.K., un giovane di 18 anni del luogo, incensurato, con l'accusa di estorsione.

Estorce denaro a una 51enne

Secondo quanto emerso dalle indagini, il giovane, sostenendo di far parte di organizzazioni criminali, ha iniziato dal gennaio scorso a estorcere denaro a una donna di 51 anni. Sfruttando la paura per presunti debiti contratti dal figlio della vittima, anch'egli diciottenne, K.K. ha preteso somme di denaro sempre più consistenti, che la donna, terrorizzata, ha versato regolarmente in contanti. In un'occasione, il ragazzo avrebbe anche minacciato la 51enne con una pistola, portandola a consegnare complessivamente circa 38 mila euro.

Bloccato mentre incassa denaro

Le continue richieste e minacce hanno spinto la 51enne a denunciare l'accaduto ai Carabinieri di Mortara, i quali hanno subito organizzato un'operazione per fermare l'estorsore. La mattina di venerdì, in piazza Marconi a Mortara, la vittima ha consegnato al giovane 450 euro in banconote precedentemente segnate dai militari. Appostati nelle vicinanze, i Carabinieri sono intervenuti rapidamente, arrestando K.K. dopo un breve tentativo di fuga a piedi.

Portato in carcere

Durante la perquisizione, i militari hanno trovato le banconote segnate e un telefono cellulare utilizzato per le minacce. La donna ha immediatamente recuperato il denaro, mentre il giovane è stato condotto presso la Stazione Carabinieri di Mortara per le procedure di rito. Successivamente, su disposizione del Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Pavia, K.K. è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Pavia.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali