Via del Sale

Escursionisti svizzeri si perdono sugli Appennini, salvati dal Soccorso Alpino di Pavia

I due turisti, ostacolati dalla scarsa visibilità della notte e dal brutto tempo, hanno smarrito il sentiero

Escursionisti svizzeri si perdono sugli Appennini, salvati dal Soccorso Alpino di Pavia
Pubblicato:

 (Immagine di copertina di repertorio)

I due turisti, impegnati nella prima tappa della Via del Sale, il sentiero che conduce da Varzi alla costa ligure, avevano pianificato di raggiungere le Capanne di Cosola per trascorrere la notte.

Escursionisti salvati dal Soccorso Alpino di Pavia

Un intenso intervento di soccorso sulle vette degli Appennini è stato portato a termine questa notte, sabato 30 marzo, e sono intervenuti anche i Soccorsi Alpini di Pavia. Gli operatori hanno tratto in salvo due escursionisti svizzeri che hanno rischiato di rimanere dispersi a causa delle avverse condizioni meteorologiche.

Grazie alla tempestiva e coordinata azione delle squadre del Soccorso Alpino della provincia di Alessandria e Pavia supportate dai Vigili del Fuoco di Tortona, Novi, Parma e Piacenza, la tragedia è stata scongiurata e i due avventurosi escursionisti sono stati ritrovati e portati in salvo.

Ritrovati intorno alla mezzanotte

I due turisti, impegnati nella prima tappa della Via del Sale, il sentiero che conduce da Varzi alla costa ligure, avevano pianificato di raggiungere le Capanne di Cosola per trascorrere la notte. Tuttavia, a causa della scarsa visibilità e del brutto tempo nella zona di Pian dell’Arma, situata a circa 1.500 metri di altitudine, hanno smarrito il sentiero, mettendo così a rischio la propria incolumità.

Il luogo che stavano cercando di raggiungere i dispersi:

Il Soccorso Alpino è stato allertato e immediatamente sono state avviate le operazioni di ricerca e soccorso che hanno visto coinvolte le squadre di diverse province limitrofe, compresa quella pavese. Nonostante le condizioni avverse, intorno alla mezzanotte è stato possibile individuare gli escursionisti evitando loro una notte all'aperto con condizioni meteorologiche critiche.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali