Dai rubinetti acqua marrone e terra: cittadini di Cava Manara sul piede di guerra

Nonostante l'installazione del filtro arsenico e l'entrata in funzione della vasca di decantazione la situazione non sembra proprio migliorare, anzi ....

Dai rubinetti acqua marrone e terra: cittadini di Cava Manara sul piede di guerra
Pavese, 19 Dicembre 2019 ore 09:41

Acqua marrone e contenente terra: i cittadini di Cava Manara sul piede di guerra. Nonostante l’installazione del filtro arsenico e l’entrata in funzione della vasca di decantazione la situazione non migliora, anzi ….

Dai rubinetti acqua marrone e terra

Da tempo a Cava Manara sussistono problemi all’acqua erogata nelle abitazioni, che scende dai rubinetti sporca, di colore giallo-marrone, ricca di sedimenti e detriti. Ma questa volta la situazione si sta facendo davvero preoccupante.

Il colore dell’acqua

Questo fine settimana i cittadini hanno vissuto una vera e propria emergenza acqua che dai loro rubinetti è sgorgata addirittura di colorazione marrone-nera e ricca di sedimenti terrosi. Per lavarsi e cucinare hanno dovuto utilizzare acqua in bottiglia.

I sedimenti di terra

Acqua non potabile

Il Comune ha pubblicato un post sulla sua pagina Facebook segnalando il guasto e di contattare Pavia Acque. Abbandonati dall’amministrazione hanno cercato invano risposte altrove: carabinieri, Nas, Prefettura. L’unica comunicazione e risposta è arrivata da Ats:

“Considerato anche quanto verificatosi in particolare nel corso dei giorni 14 e 15 dicembre, in attesa che l’Ente Gestore del Servizio idrico dia comunicazione sull’avvenuta risoluzione delle criticità emerse nelle ultime settimane, si mette in evidenza che in caso di fuoriuscita dai rubinetti di acqua marrone e/o con presenza di sedimenti nerastri, la stessa non può essere giudicata rispondente ai requisiti di qualità stabiliti dal D.Lgs.31/2001 e pertanto non può essere utilizzata per scopi potabili o alimentari, fino all’intervento del Gestore del servizio ed alla risoluzione del  problema riscontrato.”

Il filtro arsenico, la vasca di decantazione e i valori fuori norma

Dopo l’installazione del filtro arsenico le cose sembravano essere migliorate. E anche con l’installazione della vasca di decantazione (avvenuta a luglio di quest’anno e della cui messa in funzione però nessuno è stato informato) per un certo periodo l’acqua aveva raggiunto una colorazione quasi accettabile. Ma poco dopo è ritornata quella di sempre, con colorazioni dal giallo chiaro al giallo ocra e talvolta anche marroncina. Inoltre, in tutto l’anno 2019 le analisi di Ats hanno rilevato continue non conformità a causa di presenza inizialmente di arsenico, poi coliformi, ammonio e manganese sempre superiori ai parametri di legge (dlgs 31 del 2001) il manganese addirittura il doppio del consentito, con dubbi in merito ai possibili danni alla salute che potrebbero sopraggiungere nel lungo periodo.

La petizione a Federconsumatori

Una situazione ormai insostenibile che ha portato i cittadini e sostenitori del gruppo “Salviamo Cava” ad andare a fondo della questione. Nessuno sa trovare il problema ma …  Una soluzione va trovata! E dopo numerosi esposti e segnalazioni a Pavia Acque e ad Ats senza che il nulla sia stato risolto, dalle parole stanno passando alle vie di fatto. Hanno deciso di rivolgersi anche a Federconsumatori per poter sperare quanto meno in un rimborso o uno sconto sulle prossime bollette. Si perchè oltre il danno la beffa: l’acqua è inutilizzabile ma va comunque pagata!!  

Così sabato 21 dicembre dalle ore 9,30 alle 18 si troveranno al bar Al 26  di Cava Manara per raccogliere i nominativi di tutte le persone che hanno problemi con la propria acqua da inviare a Federconsumatori per un eventuale risarcimento o sconto sulle bollette future sino a sistemazione del problema.

“Teatrino dell’assurdo”

Per cercare di risolvere il problema è sceso in campo anche il Codacons:

“Si tratta di un teatro dell’assurdo, i cittadini sono costretti a comprare acqua in bottiglia per cucinare e per lavarsi. Occorre comprendere quale sia la causa di questa situazione ma soprattutto quale sia la qualità dell’acqua che viene erogata. La situazione necessita di interventi urgenti, per questo oggi (18 dicembre 2019 n.d.r.) diffida del Codacons a Pavia Acque reclamando una pronta soluzione della vicenda”.

LEGGI ANCHE:

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia